Cerca

il personaggio

Barba, anti-social e vincente. Diamante made in Urbe

Nell'intervista post gara di ieri abbiamo visto qualcosa di diverso in lui. Forse una consapevolezza importante...

27 Giugno 2019

Pasquale Barba, tecnico dell'Urbe ©De Cesaris

Pasquale Barba, tecnico dell'Urbe ©De Cesaris

Pasquale Barba, tecnico dell'Urbe ©De Cesaris

Conosciamo Pasquale Barba da diversi anni ormai. Un allenatore di cui forse si parla troppo poco nel panorama dilettantistico laziale. Forse perchè non rientra nel mondo social: non ha Facebook, non ha Instagram, dubitiamo seriamente possa avere Telegram o simili. Insomma, niente "post" accattivanti (e acchiappa like...) su come va visto il calcio o sulla bravura di un giocatore di Serie A piuttosto che un altro . Barba è una persona molto umile, a cui piace lavorare a fari spenti. Eppure, nel Lazio, è un peso massimo: cresciuto con l'Urbe, esploso con l'Urbe fino a entrare di diritto nella storia dell'Urbe per il biennio Giovanissimi. Di questa fascia infatti non v'è dubbio che Barba sia uno dei maestri. E non lo diciamo noi, bensì i risultati. Primo titolo regionale per la società gialloblu nel 2016 con i Giovanissimi Fascia B. L'anno successivo un'altra prima volta, ma con i Giovanisssimi Elite e finale Scudetto persa contro il Cattolica Virtus. Quest'anno nuovo titolo regionale con l'Under 15 e nuova finale Scudetto. Un successo che va diviso sicuramente con il club, il quale ogni anno dimostra di lavorare in maniera impeccabile per le prime fasce agonistiche, da sempre competitive anche con società professionistiche.

Conosciamo Pasquale Barba da anni, dicevamo all'inizio. Eppure dopo la partita contro la Nick Bari abbiamo visto qualcosa di diverso in lui. A nostro giudizio aveva capito la caratura di quella vittoria, il peso, la spinta che quel 5-0 avrebbe dato a suoi. D'altronde non puoi più aver paura di nulla dopo un'impresa del genere. Non ha più importanza neanche l'avversario che ti contenderà il titolo. Nella testa di questi ragazzi c'è soltanto la coppa. E' come una mandria inferocita che punta dritta all'obiettivo. Pasquale Barba probabilmente al termine di Urbe – Nick Bari ha capito proprio questo. “Adesso non ci ferma più nessuno”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE