Cerca

memorial bini

Grifone, Maffei: "Mai più casi come quello di Alessandro"

A due giorni dall'inizio del Memorial Bini, il tecnico rossoblu parla della kermesse e della situazione attuale nei settori giovanili

29 Agosto 2019

Alessandro Maffei, tecnico del Grifone Monteverde

Alessandro Maffei, tecnico del Grifone Monteverde

Alessandro Maffei, tecnico del Grifone Monteverde

“Si gioca in primis per onorare il ricordo di Alessandro, il resto non conta”. Queste sono le parole di mister Maffei, allenatore del Grifone Monteverde che scenderà in campo sabato 31 proprio al Memorial Bini, nella partita di inaugurazione contro la Nuova Tor Tre Teste. Maffei tiene molto all’importanza di questa di kermesse, sottilineando lo splendido rapporto che intercorre con Claudio e Delia, genitori di Alessandro: “A prescindere dall’importanza della presenza, questo memorial ha per me un valore affettivo particolare. Sono molto legato a Claudio e Delia, ho collaborato in prima persona con la loro associazione e li considero come un fratello e una sorella maggiore. Il discorso della sicurezza sui campi va sempre tenuto sott’occhio, bisogna avere cura di ogni minimo dettaglio perchè un altro caso come quello di Alessandro non può e non deve accadere. Il calcio come svago? Sono pienamente d’accordo con Delia. Dobbiamo iniziare a calmarci un po’ tutti e ritornare a vedere questo sport come una volta, ovvero un semplice divertimento dove i ragazzi possono rifugiarsi senza alcuna pressione. Quest’estate ne ho sentite di cotte e di crude... Ricordiamoci che siamo in un settore giovanile ma soprattutto dilettante, torniamo con i piedi per terra e lasciamo il professionismo alla tv. Le manifestazioni come quella di sabato servono proprio a questo, onorare la memoria di chi non c’è più e dare importanza a ciò che veramente conta nella vita. La nuova stagione? Il Grifone Monteverde continua il suo biennio con gli stessi giocatori e lo stesso allenatore. I ragazzi sono molto motivati e hanno tanta voglia di lavorare. Sono molto contento di questo gruppo coeso formato da calciatori umili, perciò ci prepariamo a questa nuova annata nel migliore dei modi, pronti ad affrontare chiunque e dare il meglio come abbiamo sempre fatto”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE