Cerca

il torneo

Memorial Bini, dentro o fuori: ecco tutti i risultati dei quarti

Nel pomeriggio odierno sono scese in campo otto squadre che si sono date battaglia per determinare le semifinaliste; scopriamo insieme le "fab four"

09 Settembre 2019

Memorial Bini

Memorial Bini

Memorial Bini

Adesso si comincia a fare sul serio. Il Memorial Bini è entrato nella sua fase clou,la fase ad eliminazione diretta. Nella giornata di oggi infatti si sono disputati i quarti di finale della kermesse dedicata alla categoria Under 15. I verdetti sono già arrivati ed allora scopriamo insieme quali sono le “fab four” di quest’anno:


Tor Tre Teste - Savio Le prime squadre a scendere in campo alle ore 15.00 sono i rossoblù di Mei ed i Blues di Fabbro. La gara nella prima frazione è gradevole e combattuta; tutte e due le formazioni si difendono bene  producono un buon gioco offensivo. A fare qualcosina di più è la Tor Tre Teste specialmente con Collacchi ed Egidi che si ritagliano varie occasioni. La più clamorosa arriva a ridosso dello scadere quando Collacchi si immola verso l’area, ma al momento del tiro si vede sbarrare la porta da Proceti. Nella ripresa il rullino di marcia non cambia, ma adesso è il Savio a fare qualcosina in più, specialmente con il nuovo entrato 18 che trova un paio di occasioni per portare avanti i suoi, senza avere troppa fortuna. Il risultato al triplice fischio non si sblocca ed allora per decretare il primo semifinalista c’è bisogno dei calci di rigore. In questa folle lotteria il Savio, dopo aver accarezzato la vittoria, sbaglia gli ultimi rigori decisivi con Roberti, Rizzo e Ceretini, il quarto, il quinto ed il sesto rigorista, con Salvati che si mette in mostra parando gli ultimi due. Il risultato finale è quindi di 4-3 con la formazione di Mei che si guadagna ai calci di rigore la semifinale. 

Tor di Quinto - Grifone Monteverde Per la seconda sfida fanno il loro ingresso sul manto verde i blaugrana di via del Baiardo ed i rossoblù del Grifone. La formazione di Maffei dopo pochi minuti dall’inizio della gara riesce a portarsi avanti con Pompili  che al volo ribadisce in rete dopo una prima conclusione di un compagno respinta dal portiere avversario. Neanche il tempo di riposizionarsi ed i rossoblù fanno subito 2-0 grazie alle rete di Amerighi. Prova a rialzare la testa il Tor di Quinto con una buona occasione per Fatu Fidelius che ci prova di testa a pochi passi dalla porta ritrovandosi davanti un monumentale Gazzarini che devia in corner la sua conclusione. Pochi minuti più tardi e Fatu Fidelius, lanciato in profondità, si ritaglia un’altra occasione arrivando a tu per tu con il portiere, che si dimostra ancora una volta bravissimo in uscita e sventa il pericolo. Nonostante queste chance il Grifone non molla la presa e con Scravaglieri di testa da corner sfiora la terza rete. Nella ripresa le due squadre si affrontano a viso aperto ma è il Grifone a segnare ancora portandosi sul triplo vantaggio grazie al del diagonale di Calisti. Una rete questa che taglia le gambe al Tor di Quinto che da qui, nonostante il buon approccio nella seconda frazione, non riesce più a rendersi particolarmente pericolosa. Verso la metà della ripresa il Grifone chiude definitivamente l’incontro con la rete di Del Croce, abile a trovare la zampata vincente sotto porta sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel finale di gara c’è ancora tempo per il gol della bandiera del Tor di Quinto con Zapler. Così ad esultare per la semifinale raggiunta è il Grifone Monteverde grazie ad una bellissima prestazione collettiva. 

Urbetevere - Trastevere Nel match delle 18.00 si affrontano i gialloblù di Barba ed i biancoamaranto di Basoccu. Al pronti via l’Urbetevere rompe subito gli indugi a fa 1-0 grazie alla rete da distanza ravvicinata di Barchiesi. Il Trastevere prova a dare una scossa alla sua partita, ma non trova soluzioni valide per andare a creare qualche grattacapo alla difesa avversaria. Di contro l’Urbe quando attacca rischia sempre di fare. Nella seconda metà del primo tempo Barchiesi da punizione dalla trequarti centrale lascia partire un tiro che accarezza la traversa e si spegne sul fondo. Da qui nessuna delle due squadre riesce a trovare altri occasioni da rete, ed allora l’Urbe rientra negli spogliatoi ancorata sul minimo vantaggio. Nella ripresa è ancora la formazione gialloblù a creare i maggiori pericoli al portiere avversario. Si registra in particolare una buona cavalcata sulla fascia destra di Ferrante che una volta entrato in area prova la conclusione sul primo palo trovando un attento Ruggiano in risposta. Era solo il preludio del gol del raddoppio che arriverà pochi minuti più tardi dai piedi di Labrozzi che di piatto batte il portiere in uscita con grande freddezza. La partita si assopisce uno po’ nella parte centrale della ripresa fino a quando uno sfortunato autogol porta l’Urbe sul 3-0. Pochi istanti più tardi i gialloblù hanno addirittura l’occasione per calare il poker, ma Paolantoni arrivato a tu per tu con il portiere colpisce il palo. Alla fine delle contese passa l’Ubetevere che, per lo meno in questa gara, si dimostra superiore rispetto ad uno spento Trastevere. 

Vigor Perconti - Ottavia Si accendono i riflettori in campo al Cinecittà Bettini e per l’ultima sfida valida per i quarti di finali a darsi battaglia si presentano le compagini guidate da Turriziani e Stirpe. La gara si accende subito e dopo pochi istanti dal fischio arbitrale sono i biancoazzurri dell’Ottavia a portarsi avanti nel punteggio con un cinico Salvi che alla prima occasione trafigge il portiere avversario senza pietà. La Vigor però dimostra di non aver subito il colpo ed una manciata di minuti più tardi si ritaglia con Claudi l’occasione per rimettere subito in piedi la gara; il numero 7 però, una volta entrato in area, lascia partire una conclusione che si blocca solo sull’esterno della rete. I rossoblù continuano ad attaccare a testa bassa e con Castellani trovano il pari con una bella conclusione dell’attaccante da dentro l’area che colpisce il palo e si insacca. Pochi istanti prima lo stesso numero 9 si era visto annullare un gol per fuorigioco. Una partenza sprint quella dell’Ottavia subito arrestata dalla Vigor che dal gol del pareggio continua a macinare gioco e chance da rete. Gioco e chance che portano la squadra di Turriziani a trovare anche la rete del controsorpasso con Silvestri che raccoglie un cross basso indirizzato verso il secondo palo per battere in rete portando avanti i suoi. Nella seconda metà della frazione si fa rivedere l’Ottavia con un diagonale di Linamore dall’interno dell’area di rigore che sfiora il palo e termina in out. La gara si dimostra ricca di colpi di scena tanto che i biancoazzurri riescono a trovare la rete del nuovo pareggio con Casaccia. Ancora Casaccia protagonista pochi minuti dopo quando dall’altezza del secondo palo prova ad indirizzare in porta un cross di un compagno facendo tremare per qualche secondo la traversa. Con questa azione termina un divertentissimo primo tempo sul risultato di 2-2. Nella ripresa le due squadre continuano a dare spettacolo ed arrivano altre quattro reti, ma questa volta è la Vigor Perconti a segnarne di più; infatti in questa frazione sale in cattedra Claudi che mette a segno una fantastica doppietta e Ardel chiude i conti. Salvi dal canto suo cerca di tenere aperta la gara ripetendosi dopo il gol della prima frazione, e di conseguenza mettendo a segno la seconda doppietta dell'incontro, ma non basta per raggiungere i rossoblù ed allora al triplice fischio il risultato recita 5-3. La Vigor Perconti, al termine del match più divertente della giornata, si elegge come quarta ed ultima finalista.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE