Cerca

l'intervista

Grifone, Scravaglieri: "Vogliamo puntare in alto"

Il vincitore della Top 5 della terza giornata ci racconta questo inizio di stagione dei rossoblu

12 Ottobre 2019

Maurizio Scravaglieri, Grifone Monteverde (c) DelGobbo

Maurizio Scravaglieri, Grifone Monteverde (c) DelGobbo

Maurizio Scravaglieri, Grifone Monteverde (c) DelGobbo

Al suo primo anno al Grifone Monteverde, Maurizio Scravaglieri sta facendo grandi cose in questo esordio di campionato. Il giovane calciatore del 2005 ha scalato in fretta le gerarchie conquistandosi da subito la fiducia di mister Maffei, sfornando ottime prestazioni una dopo l'altra: "Mi trovo molto bene qui" ha detto Scravaglieri. "E' un bel ambiente che mi ha messo sin da subito a mio agio permettendo di sentirmi parte del gruppo". Dopo l'ottimo esordio contro l'Albalonga è arrivata la battuta d'arresto con il Ladispoli, ma nella terza giornata la squadra di Maffei ha ricominciato a macinare punti imponendosi bene contro il Campus Eur: "L'obiettivo è quello di migliorarci partita dopo partita e continuare a fare bene. Vogliamo arrivare in alto ma sappiamo che non sarà facile, dovremo lavorare a testa bassa e con umiltà, solo così si raggiungono i risultati". Partito come mediano ma spostato più avanti dalla geniale intuizione del tecnico Maffei, Scravaglieri ha impiegato poco tempo ad entrare nei nuovi meccanismi, stupendo tutti con i suoi imprevedibili inserimenti e, nell'ultima giornata, anche con due fantastiche punizioni: "Mi trovo molto bene in questo nuovo ruolo. Grazie al mister ora ho alzato il raggio d'azione il che mi porta ad essere più vicino all'area avversaria. Ho dei margini di miglioramento e voglio continuare a lavorarci sopra. Le punizioni? Sto cercando di allenarmi anche sotto questo aspetto, può sempre essere utile nel corso di una partita".  Con il numero 4 sulle spalle, Scravaglieri ha da sempre un idolo a cui si ispira: "Il mio punto di riferimento calcistico è Radja Nainggolan, portare il suo numero infatti è per me un grande motivo di orgoglio. Voglio dare tutto per questa maglia proprio come fa lui in partita. Questa divisa inoltre è stata indossata da un altro giocatore che ora è alla Roma, Paolo De Angelis. Spero di poter raggiungere quel sogno proprio come ha fatto lui, continuando a lavorare duramente giorno dopo giorno". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni