Cerca

panchine

Css Tivoli - Papotto, accordo: "Entusiasta del progetto"

Il tecnico ex Lodigiani sceglie la realtà amarantoblù e si esprime anche sulla separazione con il club biancorosso

08 Giugno 2020

Tivoli, arriva Papotto ©De Cesaris

Tivoli, arriva Papotto ©De Cesaris

Tivoli, arriva Papotto ©De Cesaris

Fabrizio Papotto e la Css Tivoli si sono scelti per la prossima stagione sportiva. L'avevamo annunciato ed arriva la conferma direttamente dal tecnico ormai ex Lodigiani, che per prima cosa saluta il suo recente passato: "Ringrazio Pichierri e Simonetti per avermi dato la possibilità di allenare alla Lodigiani, dove mi sono trovato sempre benissimo nell'ultimo anno - esordisce, ripercorrendo poi il suo percorso in biancorosso - Ho iniziato a marzo 2019 prendendo l'Under 15 a metà classifica arrivando alla fine a sfiorare i play off, mentre quest'anno ho avuto l'Under 14, un gruppo da consolidare, con molti elementi nuovi e che doveva tenere la categoria, con cui invece ho fatto una stagione in crescendo lottando sempre in alta classifica. Di fatto in un anno, perché poi è arrivato il Coronavirus, penso di aver svolto un ottimo lavoro sotto tutti i punti di vista, a livello di risultati e di crescita dei ragazzi, fattori che sono gli obiettivi che si pone la Reset". Il recente cambio nell'organigramma societario in quel della Borghesiana ha poi cambiato le carte in tavola: "Pichierri non fa più parte del club ed il dt Bartoli ed il ds Melfa non mi hanno riconfermato. Non me l’aspettavo, perché in un anno con 2004 prima e 2006 dopo sono stato in liena con gli obiettivi della proprietà. Ho saputo di questa decisione all’ultimo, sebbene da un mese fossi già riconfermato: è una scelta legittima, la rispetto, loro hanno un progetto ed è giusto che lo perseguano, ma mi sembra strano che, se uno degli obiettivi della Reset sono i risultati, poi a giudicarmi è stato chi non li ha ottenuti negli ultimi tre anni. Ripeto, rispetto lo stesso la decisione, ma mi sarei aspettato modi e tempi diversi". Ora sotto con la nuova avventura: "Da Tivoli mi hanno chiamato subito, proponendomi un ottimo progetto. Il patron vuole riportare tra i professionisti il club, come già fatto tempo fa, ma stavolta c'è la consapevolezza che non basta una prima squadra importante. La dirigenza vuole portare il settore giovanile di Tivoli tra i migliori della regione: mi stimola il traguardo, ma anche il senso di appartenenza e la presa sui ragazzi del territorio a cui questa società aspira. Tivoli sta investendo molto, era consapevole che serviva un certo profilo di allenatore e sono felice che abbia pensato a me". Definita anche la categoria che Papotto seguirà: "L'anno scorso ho allenato i 2006 e mi sono divertito, quindi sarò in Under 15. Non sappiamo ancora quando ripartiremo, spero che a luglio si possa fare qualche allenamento. La squadra ha una buona base e se riusciremo a prendere alcuni giocatori allora credo che si potrà far bene".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE