Cerca

Regionali

Jem's, Moretti: "Non vediamo l'ora di scendere in campo"

Il tecnico dei 2006 biancorossi parla a pochi giorni di distanza dall'esordio stagionale con la Tevere Roma

23 Ottobre 2020

Jem's, Moretti: "Non vediamo l'ora di scendere in campo"

Moretti

Inizia la stagione per i classe 2006 della Jem's: i ragazzi di mister Riccardo Moretti, infatti, dopo tanti mesi senza calcio, tornano questo weekend a calcare il campo in una competizione ufficiale: la prima giornata del campionato Under 15 Regionale. Le sensazioni, dopo quanto attraversato a fine scorsa stagione, sono notevoli in mister Moretti “Sì, da uomo di sport il lockdown è stato un qualcosa di unico nel suo genere. Con i 2005 che seguivo nella passata stagione stavamo andando veramente bene, ci è dispiaciuto aver dovuto interrompere così bruscamente il nostro lavoro. La ripresa è stata impegnativa e anche quella destabilizzante, abbiamo ripreso formalmente a stagione chiusa e ho trovato dei ragazzi scossi, spaesati, fermi da diversi mesi, non solo dal punto di vista fisico ma soprattutto mentale. Devo dire però che la società è sempre stata molto attenta a mantenere un rapporto con i ragazzi, questo è stato importante. Le notizie degli ultimi giorni? Le prospettive non sembrano rosee, vediamo quali saranno gli sviluppi, speriamo bene. A noi quello che interessa più di tutto è poter continuare il lavoro, tenere lontano i ragazzi dalle case, dagli schermi, stare insieme sul campo. Poi se ci sarà da saltare delle partite, si farà”. Sul suo nuovo gruppo, quello dei 2006, mister Moretti ci racconta che: “Un gruppo nuovo per me, lo eredito da Jimmy Maini, che non ha certo bisogno di presentazioni. Una rosa davvero molto interessante, che già nella passata stagione aveva fatto vedere ottime cose. La cosa più bella di allenare quest'età è che i margini di miglioramento sono tanti e l'obiettivo è proprio quello di colmarli il più possibile. Cercherò di fare al meglio questo grazie anche all'aiuto del mio staff, composto da Fabrizio Mignacca e Pietro Secchi, due colleghi molto qualificati. Vedo che c'è grande serietà e predisposizione all'impegno in questi ragazzi: questi sono presupposti fondamentali per poter fare bene. Il precampionato? Abbiamo ottenuto risultati importanti in termini di costruzione del gruppo, che era la priorità considerando i tanti ragazzi nuovi arrivati. Nelle amichevoli che abbiamo disputato abbiamo ottenuto buone risposte dando spazio a tutti, lo stato di salute, soprattutto sotto il profilo mentale è più che soddisfacente”. Questa domenica l'esordio in campionato con la Tevere Roma. “Siamo carichi, si tratta sostanzialmente dello stesso girone in cui abbiamo preso parte nella passata stagione con i 2005: un raggruppamento insidioso, ricco di società che navigano in questi campionati da tanto tempo, esperte e organizzate. Partiamo comunque senza nessuna pressione e con la voglia di fare il meglio possibile. Inizieremo in casa, e questo ci sarà di grande stimolo contro la Tevere Roma”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE