Cerca

regionali

Vis Sezze, Minutillo: "Torniamo in campo per ritrovare entusiasmo"

Il tecnico rossoblù commenta il periodo delicato parlando di una futura ripresa

14 Dicembre 2020

Vis Sezze Minutillo

Vis Sezze, il tecnico dell'Under 15 Francesco Minutillo (Foto ©GazReg)

"Spero che si torni al più presto sui campi per poter riprendere da dove ci siamo fermati, per ritrovare quell'entusiasmo che un po' si è perso in questo periodo", così Francesco Minutillo, allenatore dell'Under 15 della Vis Sezze, ha commentato il delicato momento che stiamo vivendo. Il tecnico dei 2006 ci ha raccontato la sua opinione a riguardo, partendo dalla sua esperienza nella società rossoblù: "Alla Vis Sezze ho trovato una grande famiglia, con un'ottima organizzazione e degli obiettivi ben delineati. Devo ringraziare il direttore sportivo Roberto Palluzzi e il presidente Marco Gaeta per la fiducia che per me è un grande motivo di orgoglio. La stagione era partita alla grande e con tanto entusiasmo, sia da parte mia che dei ragazzi i quali sin da subito si sono messi a disposizione per iniziare questa avventura. Il campionato è iniziato con una bellissima prestazione in casa condita dai tre punti contro il Falaschelavinio. Purtroppo però a causa del Coronavirus ci siamo dovuti fermare ma né io, né i ragazzi e né tanto meno la società abbiamo perso le speranze. Abbiamo continuato ad allenarci con tutte le precauzioni così da poter dare sempre un punto di riferimento ai giocatori in questo momento critico. Sappiamo bene che la situazione è delicata in quanto essendo io in primis un ragazzo che ha molta passione per questo sport non poter avere contatti fa star male, per di più manca allenare la squadra per prepararla al confronto settimanale, le emozioni per aver fatto un gol e gioire con i ragazzi tutti insieme dopo una vittoria - spiega il mister - Allenamenti individuali? Sono utili per migliorare la tecnica di base, ma il confronto con un avversario, la collaborazione tra uno o più giocatori e le dinamiche che si creano in una partita sono queste la vera essenza del calcio. La tecnica si impara in base al gioco stesso, se tolgo quel gioco il ragazzo non ha modo di imparare perchè non si diverte in quanto non ha uno scopo. La speranza è quella di tornare il prima possibile a fare ciò che più amiamo, a mio parere servirà un vaccino per poter tornare alla normalità e la dimostrazione l'abbiamo avuta nei mesi prima dello stop, con tutte le società che hanno rispettato le regole e nonostante ciò non è bastato per evitare la chiusura. Il calcio non è una causa di aumento dei contagi se si seguono i protocolli, inoltre lo sport può solo far bene ai ragazzi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni