Cerca

L'intervista

Fonte Meravigliosa, Fossi: "Sarà difficile, bisogna crescere e divertirsi"

il tecnico dei 2007 gialloblù ha espresso il suo pensiero in vista del campionato Elite, che presenta diversi scogli da evitare

10 Settembre 2021

Raffaele Fossi

Raffaele Fossi, tecnico del Fonte Meravigliosa Under 15

Raffaele Fossi, mister del Fonte Meravigliosa, ci ha raccontato come la squadra si sta preparando in vista della stagione: "La preparazione sta andando bene, cambiamenti significativi nella rosa non ce ne sono stati, alcuni se ne sono andati ma si sono aggiunti a noi quattro ragazzi molto bravi, possiamo cercare di mantenere la categoria anche se non è facile per degli Under 15 giocare per obiettivi di questo tipo, ma per ora cerchiamo di farli crescere il più possibile in modo che crescano anche le loro ambizioni". L'allenatore poi ha parlato delle sue aspettative per i prossimi mesi: "Io sono anche un insegnante, e spero che l'inizio delle scuole non ci riporti nel caos dell'anno scorso, credo che il vaccino aiuterà, ma già l'adozione di un protocollo adatto farebbe la differenza, si potrà continuare a fare sport in sicurezza limitando alcune cose, ma senza fermare tutto, come si è fatto l'anno scorso. Credo che tra poco sapremo la verità, ora che sono iniziate le scuole, ma in ogni caso sono fiducioso, dagli errori avremo imparato sicuramente qualcosa. Sul campo mi aspetto una stagione difficile, i Giovanissimi fascia A a parere mio è la categoria più complicata, è ancora ibrida e si ha a che fare con dei ragazzi di 14 anni che devono avere il diritto di sbagliare, spero di portare in ognuno di loro una crescita personale oltre che collettiva verso la categoria Allievi. non sarà facile, non tutti hanno raggiunto lo sviluppo e ci sono tantissime variabili, ma comunque è importante farli abituare al gioco a 11 anche perché per due anni non hanno potuto farlo. A loro faccio un in bocca al lupo, a tutti i giovani quelli che parteciperanno ad ogni tipo di campionato, alle famiglie auguro di accettare le scelte del campo e dell'allenatore, essendo più genitori che tifosi, spesso si vedono scene sulle tribune che non sono il massimo, e i ragazzi dovrebbero pensare solo a divertirsi concentrandosi sul campo". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni