Cerca

L'Intervista

Ponte di Nona, Rivetta: "I ragazzi sono in crescita, avvio di stagione positivo"

Il tecnico biancorosso parla della partenza in campionato dei suoi, del prossimo impegno e degli obiettivi stagionali

10 Novembre 2021

Luca Rivetta, tecnico del Ponte di Nona (Foto ©Del Gobbo)

Luca Rivetta, tecnico del Ponte di Nona (Foto ©Del Gobbo)

La stagione Under 15 Elite ancora deve entrare nel vivo e noi abbiamo intervistato Luca Rivetta, allenatore del Ponte di Nona, per fare il punto della situazione sul campionato e sulla squadra: "I ragazzi ci inorgogliscono; devono ancora crescere ma l’inizio è molto positivo". Soddisfatto: così si potrebbe sintetizzare l’umore del mister dopo queste prime giornate, che vede la squadra al quarto posto in classifica con dieci punti. Nonostante questo, però, gli obiettivi non tengono fede alla posizione occupata: "Bisogna mantenere la categoria e far crescere i ragazzi, che in queste giornate hanno mostrato buona determinazione quando sono stati chiamati in causa". E sugli aspetti ancora da migliorare: "Sprechiamo ancora un po' di occasioni e manchiamo di cinismo; vista l’età dei ragazzi, però, è normale mancare qualche gol e non rappresenta assolutamente un problema". Squadra, la sua, che è una delle meno trafitte del campionato con soli sei gol subiti; questo, grazie anche alla difesa a uomo: "Vengo da un calcio meno moderno e per me la difesa a uomo, specie a questa età, va insegnata ai ragazzi, in quanto li fa crescere e li fa stare bene in campo". Archiviato l’impegno vittorioso contro il Pro Roma per 2-1 in casa, ora si guarda alla sfida contro il Tor di Quinto, anch’esso vittorioso nell’ultima partita: "Il Tor di Quinto è una delle squadre più importanti e blasonate della regione; non li ho mai affrontati ma speriamo di giocarcela alla pari". E magari far ritornare al gol Fioretti, partito molto bene in questo avvio ma all’ultima giornata a secco: "Parlare del singolo non è corretto e tutto il gruppo sta lavorando bene; anche lui, come i suoi compagni, deve essere più cinico e freddo". Infine, una battuta sugli obiettivi personali di questa ennesima stagione che lo aspetta: "Ho esperienza in questo campionato e sono molto contento se i ragazzi riescono a divertirsi giocando bene. Lavoro per una grande società che non mette pressioni e spero di restare ancora qui". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE