Cerca

L'intervista

Montespaccato, Latini: "Siamo partiti bene, ma non dobbiamo fermarci"

Il tecnico dei classe 2007 ha parlato della propria squadra e degli obiettivi stagionali da raggiungere insieme ai ragazzi

12 Novembre 2021

Fabrizio Latini

A destra Fabrizio Latini, tecnico del Montespaccato, a sinistra il suo collaboratore Cristian Cicinelli

Fabrizio Latini, da quest'anno al Montespaccato, ci ha raccontato l'ottimo inizio di stagione dei suoi, parlando poi della prossima gara contro il Cantalice: "Questo che è il mio primo anno nel Montespaccato, che ringrazio per avermi scelto alla guida di questo gruppo. Un gruppo che per una buona metà è rimasto quello dell'anno scorso, già molto valido, che abbiamo poi completato inserendo altri 9/10 ragazzi che hanno aggiunto ulteriore valore. La nostra stagione è partita subito molto forte anche grazie alla partecipazione al Bini e a diverse amichevoli con quadre di livello, che ci hanno portato all'inizio del campionato ben preparati. Uno degli aspetti più positivi è il fatto che entriamo in campo pensando alla nostra prestazione, proponendo calcio e gioco al di là della squadra che si incontra, e questo è merito del gran lavoro che svolgiamo insieme allo staff e alla grande applicazione e impegno che i ragazzi mostrano in ogni allenamento". Prosegue quindi il tecnico sul prossimo impegno domenicale: "Per la preparazione alla partita la priorità siamo noi e la nostra prestazione sia negli aspetti offensivi che difensivi cercando attraverso le esercitazioni situazionali e tattiche le diverse circostanze che potrebbero capitare durante il corso della gara. Sappiamo che il Cantalice ha perso di misura contro una squadra importante come la Spes Montesacro, e perciò è un gruppo da affrontare con grande applicazione e con voglia di fare nostra la partita." Infine, il mister parla degli obiettivi di squadra: "Con i ragazzi sappiamo quali sono i traguardi a cui puntare, pensare al prossimo impegno ovvero il prossimo allenamento da fare al massimo, alla prossima partita di domenica da giocare con una altra grande prestazione, per poi ripartire con l'allenamento successivo e la partita dopo! Pensiamo al presente, la strada è lunga, il percorso di crescita deve essere parallelo al campionato. Vogliamo svolgere una stagione importante e da protagonisti, è la strada che abbiamo intrapreso, e tutti sappiamo che non dobbiamo assolutamente fermarci."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni