Cerca

Focus

Mentalità, unione e resilienza: la Boreale Don Orione è un esempio per tutti

I viola hanno dimostrato di essere ostici per ogni avversario, mettendo in difficoltà le big ed alzando i giri verso una salvezza tranquilla

20 Gennaio 2022

Boreale Don Orione: più di una semplice corsa per la salvezza

Boreale, i festeggiamenti dopo la vittoria contro la Vigor, firmata Alberto Diop

Cambiare allenatore a circa una settimana dall'inizio del campionato, dopo due stagioni di stop, al primo anno effettivo di Agonistica sarebbe un grandissimo problema per qualsiasi squadra così giovane, e probabilmente, anche per la Boreale Don Orione si è trattato di un duro colpo. I viola però danno l'impressione di essere un gruppo che non si lascia abbattere dalle difficoltà, dei ragazzi che se messi alla prova riescono a stupire, rimanendo sempre uniti verso il traguardo della salvezza, a cui puntare, in quello che forse è il girone più difficile dei tre, già di per sé è complicato. Alla prima subito una big, il Città Di Ciampino che vince di misura a 3' dalla fine contro quello che da una manciata di giorni è il gruppo di mister Recchia, poi arriva la vittoria con la Petriana ed il pareggio con la Totti. La sconfitta contro il Ladispoli della domenica successiva non toglie entusiasmo ai ragazzi in viola, perché una settimana dopo, sul campo della Vigor Perconti, arriva un'impresa che fa capire a tutti di che pasta è fatta la Boreale. Una partita dura, che sembrava dover finire 0-0 in casa di una delle favorite del campionato, viene risolta nel finale da Alberto Diop, che diventa eroe per un giorno regalando ai suoi forse i più bei tre punti guadagnati finora. Arrivano però due sconfitte di fila, e la seconda, in casa del Grifone, per 1-0 nell'extratime, si è lasciata dietro non poche polemiche riguardo ad un fallo, decisivo nell'azione del gol, che non sarebbe stato ravvisato dall'arbitro. Ciò che resta però è l'ottima prestazione, di lotta e sacrificio, contro un'altra big. La Boreale ci prende gusto, e vince anche al Trastevere Stadium, poi dopo un periodo di flessione, arriva l'ennesima soddisfazione stagionale, la vittoria per 2-0 contro il Città Di Ciampino. Queste importanti prestazioni hanno portato la squadra di Recchia fuori dalla zona play out, e tra i protagonisti della riscossa viola c'è Alexandru Gurica, che con il proseguire del campionato ha messo le vesti del bomber ed è salito a 10 gol dopo 15 giornate, solo due in meno rispetto a Ferla della Tor Tre Teste. La Boreale Don Orione ha dimostrato di rappresentare un pericolo per ogni avversario, e per qualche motivo, si accende dando il meglio contro le grandi. Ora non ci resta che attendere quale sarà il verdetto del campionato, ma comunque andrà a finire, questo gruppo ha già fatto sfoggio di una forza mentale fuori dal comune.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE