Cerca

L'intervista

Polisportiva Carso, Rubba: "I miei ragazzi ci stanno mettendo il cuore"

Il mister ha parlato dell'ultimo sfortunato periodo dei suoi, che hanno saputo però reagire con carattere e sacrificio

18 Febbraio 2022

Mauro Rubba Polisportiva Carso

Mauro Rubba, tecnico della Polisportiva Carso U15 (Foto ©Cassoni)

Non è un periodo dei più fortunati per la Polisportiva Carso di mister Mauro Rubba, che a causa del Covid ha dovuto rinunciare per tempo prolungato alla maggior parte dei calciatori in rosa. Tuttavia, i suoi ragazzi stanno dimostrando grande impegno e personalità, ne sa qualcosa il Savio che la scorsa domenica è tornato dal campo dei pontini con un solo punto in tasca. "Non è stato un bel periodo, probabilmente siamo stati tra i più falcidiati dal Covid -esordisce il tecnico dei 2007- siamo arrivati alla sfida con la Romulea in buona forma, poi siamo stati costretti ad allenarci addirittura con soli quattro giocatori nelle settimane successive. Non abbiamo potuto giocare nemmeno delle amichevoli contro le nostre Under 14 o 16, eravamo pochissimi ed appena qualcuno guariva, subito si positivizzava qualcun altro. Con il Savio è stata una prestazione di cuore, arrivavamo da una sola settimana di allenamenti in gruppo, ma siamo andati oltre le difficoltà dell'ultimo periodo. Contro una corazzata di quel livello abbiamo sfoggiato una grande prestazione, siamo calati nel secondo tempo ma ci sta. Domenica prossima contro la Samagor sarà importante vincere, loro  vorranno fare punti per migliorare la propria classifica, e noi dovremo farci trovare pronti. Abbiamo ancora diversi infortuni e Noce squalificato, ora la fortuna non sta girando a nostro favore ma bisognerà fare di necessità virtù." Tra le varie indisponibilità ci sono state anche quelle dei giocatori arrivati quest'inverno, che il mister non ha ancora potuto utilizzare: "Anche i ragazzi nuovi non li ho mai avuti a disposizione, uno dei due verrà convocato per la prima volta domenica. A maggior ragione ringrazio il gruppo, la fortuna di ogni allenatore è avere una squadra di queste qualità umane, li porterò nel cuore per tutta la vita a prescindere da come andrà a finire, sono amici anche fuori dal campo, ragazzi eccezionali, educati e disponibili, si è creata una bellissima intesa tra me e loro e sono molto contento di allenare giocatori con le loro qualità umane, prima ancora che tecniche. Il campo darà il verdetto finale, noi puntiamo ad esserci fino alla fine. L'obbiettivo del Carso è mantenere la categoria e permettere ai ragazzi di crescere per andare nel professionismo, poi risalire la classifica ed arrivare ai play off sarebbe tanto di guadagnato."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE