Cerca

L'intervista

Savio, Iacovolta sul Città Di Ciampino: "Una bella sfida, non ci sono favorite"

Tutto pronto per i play off, al Vianello domenica arriveranno i ciampinesi. Ecco l'analisi del tecnico blues Marco Iacovolta

06 Maggio 2022

Savio Iacovolta

Marco Iacovolta, allenatore Savio (Foto ©GazReg)

Dopo la comoda qualificazione ottenuta nel proprio girone il Savio si appresta ad affrontare da protagonista la fase finale del torneo che prenderà il via questo weekend. Ad attendere la formazione di Marco Iacovolta è l'imprevedibile Città di Ciampino, autore di una super stagione e vera sorpresa del girone A. È sicuramente di altro genere il cammino alle spalle del Savio che, tuttavia, deve tenere gli occhi fissi sull'obiettivo e mantenere alta la concentrazione. Analizzando il proprio percorso stagionale il tecnico si è espresso così: "Sono molto contento di come abbiamo lavorato e spero che manterremo lo stesso standard in questa fase del campionato, che è anche quella più bella. Le partite si alzano di livello, aumenta la pressione ma ci siamo allenati bene e con costanza e ci faremo trovare pronti. La squadra è migliorata molto sotto al punto di vista caratteriale, i risultati ci hanno dato consapevolezza e quei ragazzi che ad inizio anno credevano poco in sé stessi ora sanno di cosa sono capaci." Il Savio, superato in classifica nel proprio girone solo da una super Accademia Calcio Roma, ha dimostrato di avere senza dubbio le carte in tavola per arrivare fino in fondo e si è costantemente migliorata in un processo evolutivo davvero superlativo. Ora Iacovolta e i suoi ragazzi possono mettere gli occhi sul traguardo, ma per raggiungerlo sarà necessario superare l'insidioso ostacolo Città di Ciampino in uno scontro da dentro o fuori. Riguardo al match l'allenatore ha le idee chiare: "Sarà una bella partita, se sei arrivata alle finali vuol dire che sei una squadra che sa giocare e non sei li per caso. I pronostici stanno a zero e non esistono favorite, noi faremo la nostra gara e cercheremo di passare il turno per non fermarci adesso." Infine l'allenatore, per spiegare come stia vivendo questo delicato momento stagionale il suo Savio, si lancia in un parallelismo degno di nota: "È come se fossimo a scuola e fosse arrivato il momento degli esami: hai lavorato tutto l'anno per quel momento e quando arriva vuoi arrivare in fondo a quel percorso nel migliore dei modi. Dobbiamo solo far vedere cosa sappiamo fare senza troppo stress, l'importante rimane il divertimento dei ragazzi."  La domanda che sorge spontanea allora è: sarà un Savio da 10 e lode? Parola al campo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE