Cerca

Focus

Il percorso della Vigor Perconti di Delle Fratte vale più del titolo vinto

L'Under 15 blaugrana termina nel migliore dei modi un campionato da protagonista, che l'ha vista evolversi gara dopo gara

30 Maggio 2022

Il percorso della Vigor Perconti di Delle Fratte vale più del titolo vinto

Matteo Delle Fratte, allenatore della Vigor Perconti U15©Cervera

Ci sono stagioni che una volta giunte al termine diventano bellissime storie da raccontare. Alcune vedono i protagonisti andare solo vicini al traguardo, altre invece hanno un lieto fine e si concludono con dei festeggiamenti, dei sorrisi ed una medaglia d'oro che una volta messa rimarrà sempre lì, sul petto, portata con orgoglio. 
La Vigor Perconti ad ottobre non partiva da favorita, anzi, nel girone A Urbetevere e Grifone sembravano destinate a piazzarsi sopra e giocarsi fino in fondo il titolo.
Tra Boreale e Trastevere va via qualche punto e le altre allungano, i blaugrana però mostrano da subito di saper stare in campo con un certo ordine, fargli gol infatti è un'impresa e ci riusciranno in pochi. Intanto arrivano cinque vittorie di fila, l'ultima contro l'Urbetevere rappresenta forse un primo momento in cui la squadra prende piena consapevolezza di sé, ma la domenica dopo c'è la sconfitta a Ciampino. 
L'arte di ricominciare non è roba per tutti, ma Delle Fratte ed i suoi non fanno una piega: altre sette vittorie di fila, mai più una sconfitta, undici porte inviolate, altri 39 gol fatti ed una crescita spaventosa dei singoli. Pulcini ed Alfano migliorano le ottime prestazioni del girone d'andata, Barraco stupisce tutti, anche mister Roberto Chiti che lo porta con sé in Nazionale LND, dove segnerà e farà assist gestendo il centrocampo come se di presenze in azzurro ne avesse decine. Cerenza si prende la scena mostrando a tutti che la testa ed i piedi vengono prima del fisico, e capitan Iacoponi insieme ad Incelli, come si dice in gergo, non fa passare neanche le mosche. Pistillo segna partita dopo partita, il suo mancino è tra i più letali del campionato e sarà proprio lui a decidere semifinale e finale. 
Matteo Delle Fratte ha vinto ben più di un titolo regionale, si è guadagnato la più grande soddisfazione che un allenatore di calcio giovanile possa desiderare: la crescita dei propri atleti. 
Abbiamo parlato di numeri e risultati eccellenti che però non sono mai stati la priorità per il tecnico blaugrana, tra i pochi a cui verrebbe in mente di far annullare il gol di un proprio giocatore per un'irregolarità non vista dall'arbitro. Ciò che conta ancora di più è insegnare calcio, regalare ai propri ragazzi non solo delle emozioni ma anche i mezzi per migliorare giorno dopo giorno e conoscere sé stessi come calciatori, grazie ad un tecnico che sa valorizzarli al meglio.
La Vigor Perconti ha identità, carattere, fiducia in sé stessa, maturità, per non parlare del punto di vista tattico; è lampante che la crescita di ogni singolo passi per un sistema nel quale ognuno sa alla perfezione quale compito svolgere e come svolgerlo.
Ultima fermata Nuova Tor Tre Teste, compagine strepitosa ed anch'essa spaventosamente matura e preparata, mai sconfitta da nessuno quest'anno. Una partita bellissima, la prima da 90' per le due squadre, anche se a causa dei supplementari. Confermare i propri progressi stagionali anche di fronte ai rossoblù di Marco Mei significa superare l'esame finale, il più difficile di tutti, e dimostrare tutti insieme il proprio valore. 
Ci sono stagioni che una volta giunte al termine diventano bellissime storie da raccontare, e quella della Vigor è una di queste.
I ragazzi di Delle Fratte, tutti insieme, sono diventati dei calciatori migliori.
Non c'è vittoria più bella di questa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE