Cerca

Memorial Romagnoli

La Spes Artiglio può esultare. Carlopio mata la Pro Calcio nella prima gara

Inizia nel migliore dei modi il torneo dei biancazzurri, che superano di misura i gialloverdi grazie alla firma del loro attaccante

15 Giugno 2022

Lorenzo Carlopio

Lorenzo Carlopio, a segno contro la Pro Calcio Tor Sapienza

SPES ARTIGLIO Iacovelli 6, Dezzi 6, Carfora 6.5 (11’st Giuliano 6), Gaeta 6, Pierini 6.5, Angher 6.5, Berardi 6.5, Spagnolo 6.5, Carlopio 7 (35’st Spaziani sv), Rizzotti 6 (28’st Petrini sv), Camposeo 6 (21’st Battaglia 6.5) PANCHINA D’Aguanno, Palmieri ALLENATORE Carnicella

PRO CALCIO TOR SAPIENZA De Chiara 6.5, Rossi 6 (10’st Posati 6), Di Sano 6 (25’st Luisi sv), Puglia 6, Nuccilli 5.5 (10’st De Santis 6), Ciuferri 6, Tosi 6 (8’st Napolitano 5.5), De Felice 6 (18’st Fini 5.5), D’Ambrogi 6, Federico 6, Roscino 5.5 (8’st Casarella 6) PANCHINA Bilotta, Marinangeli, Soma ALLENATORE Cannizzo

MARCATORI Carlopio 13’pt

NOTE Espulsi Federico, rosso diretto per proteste (S) Ammoniti Angher, Bernardi Angoli 3-4 Fuorigioco 1-0 Rec 1’pt- 4’st

Si aprono le danze anche nel girone A per quanto riguarda il Memorial Massimo Romagnoli, con Spes Artiglio e Pro Calcio Tor Sapienza al campo di via Boemondo. A trionfare è la squadra di Carnicella, che batte di misura i rivali di giornata, iniziando nel migliore dei modi la kermesse. I primi a farsi vedere sono i padroni di casa, Carlopio compie un bel movimento a liberarsi, carica il destro indirizzandolo troppo largo per lo specchio. Lo stesso centravanti ritenta pochi secondi più tardi, il tocco però questa volta è meno pericoloso, con De Chiara che lo controlla mentre sfila a lato. I biancazzurri sembrano averne di più in avvio, tanto che Berardi cerca la porta con una punizione dai venti metri, sorvolando di poco la traversa. A forza di spingere i ragazzi di Carnicella vanno avanti. Quando siamo nei pressi dell’undicesimo Carfora ripropone una bella palla nel mezzo, De Chiara interviene in maniera scomposta non bloccando la sfera e consentendo così a Carlopio di convertire in rete da posizione favorevole per il vantaggio dei suoi. Poco dopo l’estremo difensore gialloverde si riscatta parzialmente, uscendo bene in anticipo su Berardi. Il duello tra Carlopio e De Chiara si rinnova al 22’, ma il portiere ospite è bravo nel bloccare la conclusione dell’attaccante dopo il dribbling su Ciuferri. De Chiara continua ad essere l’ultimo baluardo, evitando un passivo più pesante ai gialloverdi. Prima è provvidenziale su Camposeo togliendo il pallone dai piedi del numero 11 che tentava di scartarlo; poi fa suo l’ennesimo tentativo di Carlopio. La prima frazione è un monologo dei padroni di casa. Al 29’ Spagnolo disegna un calcio di punizione perfetto sulla testa di Bernardi, l’esterno svetta su tutti senza inquadrare lo specchio. Il primo squillo ospite avviene dopo la mezz’ora, Federico scappa lungo la trequarti per poi lasciar andare un bel destro, centrale per Iacovelli. L’inerzia sembra girare nel finale della frazione, dopo un batti e ribatti in area la sfera arriva Tosi, l’esterno viene prima respinto dal portiere casalingo, poi ci riprova dopo aver saltato un avversario, ma non riesce a mirare bene verso la porta. Nella ripresa la musica sembra cambiare notevolmente, ed in avvio la squadra di Cannizzo comincia a mettersi in pianta stabile nella metà campo della Spes. Dopo sette minuti dagli sviluppi di una rimessa laterale, la difesa biancazzurra si complica la vita da sola, ma né De Felice né Federico riescono a ribadire in rete da due passi, con la retroguardia che si salva all’ultimo grazie anche all’intervento di Iacovelli. L’Artiglio non rimane a guardare ma prova a far male con le soluzioni dalla distanza. De Chiara però è bravo nel distendersi e bloccare il tiro di Spagnolo, poi dopo può solamente pregare con gli occhi che il missile di Angher dal limite termini a lato. La gara continua sotto un sostanziale squilibrio, i padroni di casa cercano di gestire, la squadra ospite invece è in costante ricerca di un pertugio per il pari. Alla mezz’ora è Puglia a mettersi in proprio, calciando da fuori area dopo un angolo, la potenza c’è ma la precisione manca, non trovando lo porta di Iacovelli. Poco prima del recupero Federico vola in area di rigore, sterza su un difensore, sfiorando solamente di destro il palo della Spes, facendo terminare a lato un’ottima chance. Nel finale non succede più nulla, l’Artiglio protegge il risultando, portandosi a casa i primi tre punti in palio del girone.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE