Cerca

Finale scudetto

Vigor Perconti, la Coppa è tua! I blaugrana sono campioni d'Italia

La finale si decide ai calci di rigore, decisivo l'ingresso di Macor tra i pali, Pistillo mette il match point

27 Giugno 2022

Vigor Perconti, la Coppa è tua! I blaugrana sono campioni d'Italia

Vigor Perconti campione d'Italia (©Lori)

TAU ALTOPASCIO Luppichini (10'sts Meini), Colaciuri (8'pts Mei), Lensi, Gasperoni, Rossi, Lazzareschi, Lucchesi (22'st Tocchini), Capitanini (9'st Centoni), Franchi, Brio (14'st Biagioni), Nesti (7'st D'Ulivo) PANCHINA Bigondi, Vannacci, Modena ALLENATORE Gandini

VIGOR PERCONTI D'Eramo (12'sts Macor), Pulcini (30'st Marini), Alfano (6'sts Ruberto), Iacoponi, Incelli (37'st Mancini), Cerenza, Xhani, Barraco, Troise (15'st Colangeli), Pistillo, Milana (24'st Bernardini) PANCHINA Macor, Bernardini, Galasso, Lauri, Mazzanti ALLENATORE Delle Fratte

MARCATORI 37'st Cerenza (V), Brio 72'st (T)

ARBITRO Cravotta di Citta di Castello, 5

ASSISTENTI Piomboni di Città Di Castello e Cardinali di Perugia

NOTE Sequenza rigori Xhani gol (V), Lensi gol (T), Cerenza gol (V), Rossi gol (T), Barraco gol (V), Franchi parato (T), Iacoponi gol (V), Centoni gol (T), Pistillo gol (V) Ammoniti Pistillo, Centoni Angoli 1-3 Fuorigioco 1-0 Rec. 2'pt-5'st, 1'pts-3'sts 

La Vigor Perconti completa il suo meraviglioso percorso vincendo il proprio secondo scudetto Giovanissimi, al termine di una sfida durissima e vinta ai calci di rigore dopo l'1-1 maturato nei tempi regolamentari e supplementari. Cerenza segna a fine primo tempo, mentre a ridosso del triplice fischio va a segno Brio, compagno di Nazionale LND di Barraco che gela i rossoblù trovando il gol del pari. Ai tiri dal dischetto fondamentali Macor ed il gol decisivo di Pistillo. Il primo a cercare la conclusione è Franchi, che dopo una buona incursione calcia ma centralmente. Per la Vigor ci prova prima Alfano da fuori, poi Cerenza da posizione poco più ravvicinata manca non di molto lo specchio. Il numero 6 scalda il destro per il finale di frazione, infatti l'ultima emozione del primo tempo è proprio il suo gol, ed è una vera e propria perla: il pallone viene respinto verso il limite della 16 metri, ed è Francesco Cerenza a coordinarsi al volo e scaraventare di destro la sfera in rete. Nel secondo tempo il Tau cerca di rispondere per le rime, c'è subito l'ingresso di D'Ulivo che prova il colpo di testa, si fa trovare pronto D'Eramo che con un grande riflesso respinge il tiro. La Vigor prova a rendersi pericolosa con un mancino di Pistillo da fuori che però termina alto, quindi i toscani dalla parte opposta del campo cercano la rete con Brio, ed è il preludio all'1-1. Nell'extratime infatti, su un'azione viziata in realtà da un fallo su Incelli, arriva la rete del numero 10, che all'ultimo pallone buono rimanda ogni verdetto ai supplementari. Ancora Cerenza da fuori pochi minuti dopo il nuovo calcio d'inizio, non arriva però la doppietta per il centrocampista, e la Vigor rischia grosso poco più tardi su un'occasione per Colaciuri che si avvicina all'area piccola e calcia sul primo palo, ancora una volta la grande parata di D'Eramo a salvare i suoi. Il portierone di mister Delle Fratte è decisivo nella seconda frazione supplementare con un'altro intervento su Franchi, ma gli amaranto continuano a spingere soprattutto con il numero 10 Brio, che con una magia scappa sul fondo e trova l'assist per Franchi, il centravanti colpisce solo l'esterno della rete facendo sussultare la tribuna. Entrambi i mister cambiano i portieri per la lotteria dei rigori, che inizia con la rete di Kleidi Xhani a cui replica Lensi. Il secondo ad andare sul dischetto è Cerenza, che torna dagli 11 metri dopo l'errore in casa della Pontevecchio, calciando perfettamente all'incrocio, Rossi quindi mantiene la parità per i lucchesi ma dopo il gol di Barraco è il neo entrato Macor a rivelarsi decisivo, bloccando a terra la conclusione di Franchi. Capitan Iacoponi porta lo score sul +2, e dopo la realizzazione di Centoni è Pistillo a trasformare il rigore decisivo, segnando e mandando i suoi sul tetto d'Italia. 
Termina così quindi una finale senz'altro tesa ed emozionante, il Tau Altopascio va vicinissimo al sogno scudetto ma le squadre romane si dimostrano ancora ostiche per la società amaranto, che ha la peggio contro la Vigor Perconti dopo le finali perse con Urbetevere e Savio. La squadra di Delle Fratte invece si prende il proprio lieto fine, portandosi a casa un meritatissimo tricolore e completando al meglio una stagione da sogno. 

 

 

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE