Cerca

L'INTERVISTA

Parola alle neopromosse: ecco la Spes Artiglio di Mauro Scaccia

Il tecnico dei classe 2008 dei nerazzurri parla della preparazione in vista del debutto

15 Settembre 2022

Mauro Scaccia

Mauro Scaccia, allenatore U15 Elite Spes Artiglio (Foto ©Spes Artiglio/FB)

Poca esperienza, ma tanta voglia di farsi valere. Questo è ciò che si evince dalle parole dell’allenatore della Spes Artiglio, Mauro Scaccia, su come la sua squadra approccia la nuova stagione e la nuova categoria. Il mister nelle sue dichiarazioni parte proprio dalla costruzione del gruppo squadra e dal punto sulla preparazione in vista di domenica 9 ottobre, giorno dell'esordio: “La situazione è la medesima dello scorso anno, il gruppo squadra è rimasto sostanzialmente lo stesso che ha disputato il campionato regionale. Siamo riusciti a puntellare la rosa prendendo qualche ragazzo in uscita da altre società. Sono tutti ragazzi che hanno bisogno di lavorare, in quanto la maggior parte non ha esperienza in Elite. La società comunque mi ha messo a disposizione dei giocatori estremamente vogliosi e volenterosi, che stanno lavorando in maniera egregia. È evidente che la società sia sempre attenta al mercato, sa perfettamente quali sono le mie richieste, ma anche se non dovessero essere accontentate mi riterrei ugualmente soddisfatto del gruppo che ho a disposizione per tentare di raggiungere la salvezza”. Scaccia non fa giri di parole e ammette il coefficiente di difficoltà del campionato: “Il girone è molto tosto, è inutile nasconderlo. Ci sono cinque, sei squadre che sono nettamente al di sopra delle altre, ed è livellato verso l’alto. Poi ci siamo noi e altre cinque squadre che lotteranno per le posizioni più basse, provando ad imporsi come outsider e a levare qualche punto alle più forti. Comunque la capacità e la forza delle nostre avversarie è un fattore che ci stimola ancor di più. Fare un campionato con dei ragazzi che sono alla prima esperienza in Elite, facendoli confrontare con società blasonate è molto stimolante”. Sulla prima giornata, che vedrà la Spes Artiglio affrontare il Lepanto Real Marino: “Di loro so solo che lo scorso anno hanno vinto il girone dominandolo, con una differenza reti mostruosa (+100, n.d.r.). È una squadra che prende pochissimi goal e che ha una potenza offensiva non indifferente. Tuttavia non so se ci siano stati movimenti sul mercato, sia in entrata che in uscita. Indubbiamente è una squadra attrezzata che ci darà del filo da torcere”. Infine un passaggio sugli obiettivi della stagione: “Da me e dai miei ragazzi mi aspetto una crescita dal punto di vista calcistico. Il mio obiettivo primario è quello di continuare a far rimanere innamorati di questo sport i miei giocatori e di dargli qualcosa di più a livello tecnico e tattico, qualcosa di importante per l’evoluzione dei giovani calciatori. Voglio una crescita dei ragazzi e di riuscire a trovare gli stimoli giusti per fare un percorso interessante. Mi aspetto una stagione di livello, di bellissime partite, molto divertente, e mi auguro che la società alla fine mi metta a disposizione una rosa che mi permetta di giocare nella maniera che preferisco e di raggiungere gli obiettivi, e so che stanno lavorando per farlo”. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni