Cerca

focus

Tra singoli e collettivo: come cresce la Roma di Tanrivermis

Il successo con il Perugia, sino a questa domenica ancora imbattuto, è stata una prova di maturità importante da parte dei giallorossi che ora possono cambiare passo

13 Novembre 2018

Tanrivermis, la sua Roma cresce ©GazReg

Tanrivermis, la sua Roma cresce ©GazReg

Tanrivermis, la sua Roma cresce ©GazReg

Tanrivermis, adesso, se la ride di gusto. Il turco, finalmente, comincia a vedere tra le sue mani una Roma che può davvero sognare in grande. La vittoria con il Perugia, a ben guardare, ha lasciato qualcosa di ben più grande dei semplici dei tre punti.



La Roma corre veros la vetta ©DeCesaris

Maturità La sfida con i biancorossi non era certo semplice. I Grifoni si presentavano a Trigoria da imbattuti e, come se ciò non bastasse come biglietto da visita, con due pareggi con Napoli e Frosinone. Premesse che però non hanno minimamente scalfito una Roma che, di fatto, è stata padrona assoluta del campo. I biancorossi, infatti, sono andati subito in affanno di fronte alla partenza sprint della squadra di Tanrivermis. Il gol lampo di Lilli è stato prezioso ma non è stato l'unico fattore che ha fatto la differenza. A sorprendere è stato soprattutto l'atteggiamento con cui la Roma ha saputo disinnescare una mina vagante com'era il Perugia. Controllo di tempi e giocate anche contro un avversario che, soprattutto ad inizio ripresa, ha provato a premere sull'acceleratore. Il risultato finale parla chiaro, anche se il 3-0 è frutto di due gol a tempo praticamente scaduto, ed evidenzia di come i giallorossi siano riusciti ad andare in controllo totale del match annullando così le insidie di una squadra che sino a questo weekend aveva fatto gol a chiunque.



Pagano, già 8 gol per lui ©DeCesaris

Protagonisti Prestazione non certo casuale, ma figlia di un lavoro che ha portato la squadra ad una crescita considerevole, tanto d'insieme quanto nei singoli. Il nome del momento, ma neanche troppo visto che è da inizio stagione su livelli altissimi, è quello di Riccardo Pagano. Numero 10 e capitano, sta confermando quanto di buono fatto intravedere già nella passata stagione. 21 gol per lui lo scorso anno e già 8 con l'Under 15. Non male per uno che di mestiere non fa la prima punta ma che, giornata dopo giornata, si sta rivelando come leader tecnico dei giallorossi. Chi invece è in rampa di lancio dopo un avvio un po' in sordina sono Luigi Cherubini e Giacomo Faticanti. Fiori all'occhiello del mercato, figliol prodigo di ritorno dalla Lazio uno, gioiello strappato al Frosinone l'altro. Il primo è uomo di fantasia, dal dribbling funambolico, in cerca magari della continuità giusta per far esplodere definitivamente un potenziale di quelli davvero importanti. Con il Perugia non ha brillato ma tra lui e Falasca, Tanrivermis dispone di una catena di sinistra che fa paura. Là in mezzo invece Faticanti sta finalmente tornando su quei livelli a cui aveva abituato in terra ciociara. Corsa, tanta, ma anche qualità. Faticanti sembra essere l'uomo giusto per dare solidità ed equilibrio ad una squadra sì bella ma che rischia a volte di perdersi in eccessivi colpi di fioretto. Settimana dopo settimana, a suon di chilometri e palloni sradicati, il centrocampista sta diventando il cuore pulsante della Roma. Da qui al giro di boa la Roma può lanciare l'assalto decisivo alla vetta con il 2 dicembre, giorno della trasferta di Frosinone, che diventa ora vero e proprio spartiacque di una stagione che la Roma ora guarda con occhi decisamente diversi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE