Cerca

focus

D'Alessio, domenica da sogno: prima volta da gemelli del gol

Una giornata particolare per i due classe 2004 della Roma, a segno insieme nella vittoriosa trasferta di Pescara

19 Novembre 2018

A sinistra Francesco, a destra Leonardo D'Alessio (©De Cesaris)

A sinistra Francesco, a destra Leonardo D'Alessio (©De Cesaris)

Gemelli di sangue e per la prima volta anche del gol. Ieri è stata una giornata particolare e ricca di soddisfazioni per Francesco e Leonardo D’Alessio, protagonisti nella Roma Under 15 tornata vittoriosa dall’insidiosa trasferta di Pescara. Un successo firmato proprio dai gemelli classe 2004, che con due gol quasi in fotocopia (come se avessero sentito il bisogno di rafforzare il concetto di similitudine e uguaglianza), nell’arco di 3 minuti hanno indirizzato la gara sui binari giallorossi, permettendo alla propria squadra di tornare nella Capitale con la settima vittoria stagionale e il primo posto condiviso con il Frosinone. Una giornata resa particolare anche da un altro evento, accaduto a diversi chilometri di distanza, precisamente a La Spezia, dove è andato in scena il recupero della 10ª giornata di Serie B tra Spezia e Benevento. Protagonisti del match? Altri due gemelli, cresciuti proprio nel settore giovanile della Roma: parliamo di Matteo e Federico Ricci, il primo a segno per i bianconeri, il secondo per i giallorossi. In Italia non era mai successo che due gemelli andassero a segno nella stessa gara con due maglie diverse. Si vede che il 18 novembre 2018 era una data destinata a rimanere nella memoria delle due coppie di gemelli romani.

A sinistra Francesco, a destra Leonardo D'Alessio (©De Cesaris)


Ruoli diversi, caratteristiche diverse

Leonardo è un terzino destro, che fa della corsa la propria arma letale. Dai test atletici che di settimana in settimana si effettuano a Trigoria sui singoli, infatti, risulta proprio essere uno dei più veloci sullo scatto. Il gol messo messo a segno ieri a Pescara, il suo secondo stagionale, nasce proprio dalla facilità di corsa del classe 2004: inserimento perentorio per vie centrali nel varco lasciato dagli abruzzesi, assist perfetto di Pagano, un controllo per aggiustarsi il pallone e tocco morbido ad eludere l’uscita del portiere avversario. Il gol di Francesco, che invece di ruolo fa il centrocampista e ha maggior qualità in fase d’impostazione, è di fatto molto simile: incursione centrale, lancio di Faticanti e piattone per scavalcare Gallo che riesce solo a toccare. Un uno-due mortifero per il Pescara, nel segno dei gemelli D’Alessio.


Crescita costante

I gemellini D'Alessio con Matteo e Federico Ricci

Con l’arrivo del turco Tanrivermis la Roma ha un po’ faticato inizialmente a trovare la giusta quadratura, ma con il passare dei giorni tutti i meccanismi giallorossi sembrano ormai quasi oliati alla perfezione. Anche a livello personale Leonardo e Francesco si sono presi le luci della ribalta. Il terzino quest’estate neppure era partito alla volta di Mosca per il torneo internazionale, rimanendo anche in panchina nella prima giornata di campionato, salvo poi disputare 6 delle altre 8 gare da titolare, iniziando dalla panchina solamente due volte. Per il centrocampista, invece, è stata un’ascesa continua: le prime cinque presenze da subentrato (una delle quali è andato a segno regalando alla Roma 3 punti in extremis a Salerno), poi tutte da titolare tranne domenica scorsa con il Perugia, gara in cui ha disputato gli ultimi 25 minuti. Insomma, i due gemelli sembra stiano convincendo sempre di più il tecnico turco a puntare su di loro, e chissà che nelle giornate a seguire non vengano rischierati insieme nell’undici titolare. Magari per vivere nuovamente una doppia grande soddisfazione come quella di ieri.


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE