Cerca

Girone A

Genoa di... Fini al Melli. La Lazio chiude con una sconfitta

Il club rossoblu sigilla l'annata con un'altra grande vittoria e vola ai playoff da prima nel girone

25 Aprile 2019

Uno scatto di Lazio-Juventus ©DelGobbo

Uno scatto di Lazio-Juventus ©DelGobbo

GIORNATA 26 – GIRONE A

LAZIO-GENOA 0-2 


LAZIO Morsa 6 (1’st Sternini 6), Bedini 6, Vecchi 6 (1’st Serafini 6), Perazzolo 6 (20’st Minelli 6), Del Mastro 6, Napolitano 6.5, Mancini 6 (1’st Quaresma 6), Marafini 6.5 (10’st Carboni 6), Milani 6 (22’st Nori 6), Legnante 6.5, Amadei 6 (1’st Tallini 6) PANCHINA Nuccorini ALLENATORE Luzardi


GENOA Asciotti 6.5, Moscatelli 6 (13’st Plando 6), Catterina 6.5 (32'st Tronchetti sv), Scala 6 (32'st Lattuchella sv), Palella 6.5, Cagia 6, Mele 6, Toniato 6.5, Mauri 6 (13’st Accornero 6), Fini 7.5, Vianson 6 (10’st Bongiovanni 6) PANCHINA Sattanino, De Luca, Rimondo, Hysa ALLENATORE Brunello


MARCATORI Fini 9’pt, Toniato 18’st

ARBITRO Burattini di Ciampino, 7 Assistenti Capece e Neroni di Ciampino

NOTE Ammoniti Amadei Angoli 2-4 Fuorigioco 0-1


Uno scatto di Lazio-Juventus ©DelGobbo

Al Melli il Genoa batte con il risultato di 0-2 una Lazio che ha comunque venduto cara la pelle impensierendo la retroguardia ligure in diverse occasioni, soprattutto nella prima frazione. I padroni di casa partono col piede giusto decisi a concludere in bellezza il campionato ed al 5’ trovano il vantaggio con Legnante, ma la posizione irregolare del numero 10 porta il direttore di gara ad annullare la rete per fuorigioco. Gli ospiti salgono in cattedra con uno scatenato Fini che firma lo 0-1 centrando l’angolino basso alla destra di Morsa, l'estremo difensore laziale può fare poco e niente nella circostanza. Il match è comunque aperto, i biancocelesti giocano con coraggio nonostante il valore dell’avversario. Attorno al quarto d’ora grandissima occasione per Marafini che di testa colpisce il palo, la sfera rimane nei pressi dell’area di rigore, Amadei calcia a botta sicura ma spedisce fuori da ottima posizione. L’ultima chance degna di nota del primo tempo è una trama rossoblu sul settore di sinistra: buon cross di Catterina che pesca Mauri ma la girata dell’attaccante viene respinta dalla difesa di casa. La ripresa si apre con un tentativo di Legnante dal limite, Asciotti inchioda il pallone a terra senza troppi problemi. Al 18’ arriva il raddoppio genoano: solita discesa di Fini che ubriaca di finte la difesa laziale e serve Toniato, rigore in movimento per il numero 8 che insacca con un rasoterra alle spalle di Sternini. Poco dopo è ancora Fini a liberarsi dalla marcatura del diretto concorrente e ad involarsi verso la porta, l’attaccante rossoblu appoggia per il neo entrato Accornero che tira forte ma non centra lo specchio della porta. Al triplice fischio del signro Burattini della sezione di Ciampino, autore di una direzione di gara eccellente, esulta il Genoa per aver trovato la diciassettesima vittoria stagionale che permette ai ragazzi di Brunello di accedere ai playoff in virtù della prima posizione nel girone (vista anche la clamorosa sconfitta della Fiorentina a Carpi). La Lazio chiude l'annata con 24 punti nella parte medio bassa del raggruppamento. Da sottolineare la prestazione di Seydou Fini che mette la ciliegina su una stagione straordinaria: il bottino finale di 9 reti per un calciatore classe 2006 (e che quindi gioca con ragazzi due anni più grandi di lui) è un traguardo incredibile. Con la prestazione odierna il numero 10 ha messo in luce tutte le sue caratteristiche migliori come forza fisica, buona tecnica e velocità fuori dal comune.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni