Cerca

L'Intervista

Monterosi, Leonetti dopo la Viterbese: "Dispiace perdere senza meritarlo"

Si chiude il sogno dei biancorossi di approdare ai playoff dopo un campionato passato sempre ai vertici

14 Aprile 2022

Cataldo Leonetti

Cataldo Leonetti, tecnico del Monterosi

Dopo averli tastati, sentiti, desiderati per una stagione, il Monterosi domenica si è dovuto arrendere definitivamente all’idea di poter affrontare i playoff da matricola, non potendo più rientrare nel novero delle migliori terze, nonostante la gara ancora da giocare. I ragazzi di Cataldo Leonetti hanno condotto una stagione importante, raggiungendo risultati di grande prestigio come la doppia vittoria ai danni della capolista Pontedera. Nonostante ciò alla fine il ko nell’ultimo weekend contro la Viterbese ha spezzato il sogno dei biancorossi, in una sfida in cui comunque la compagine laziale non ha sfigurato come indicato dal suo allenatore. “La nostra performance è stata senza dubbio positiva. Il vento ha influito particolarmente, soprattutto nel loro primo gol, mentre il secondo nasce da una calcio di punizione inesistente, questo non può togliere quanto di buono abbiano fatto i ragazzi. Prima del vantaggio della Viterbese eravamo stati perfetti in tutte le zone del campo, purtroppo certe partite le perdi anche così. Di certo loro sono molto bravi nella pressione, nel venir ad aggredire l’avversario, mentre noi siamo mancati nell’aspetto del cinismo, della concretezza sotto porta. D’altro canto però devo dire che fino a quando abbiamo tenuto in mano le redini del gioco lo abbiamo fatto in maniera eccellente, disputando probabilmente la partita più bella della stagione, calcolando che venivano da un momento non semplice. Un nostro dominio, peccato che sia finita così”. Proprio da qui nascono probabilmente i pochi rimpianti della stagione biancorossa, visti i punti persi nelle ultime sfide, che sono stati fatali nell’esclusione della compagine laziale dai playoff anche come migliore terza. “Beh di certo qualche rammarico c’è, soprattutto calcolando il crollo della Viterbese nel girone di ritorno ed il nostro pari interno contro il Grosseto, dove ci siamo anche un po’ innervositi. Non siamo stati neanche così tanti fortunati, come nella trasferta di Montevarchi o non sempre cinici, come nella sfida interna con la Carrarese. Per come si era messa la classifica la possibilità di poter arrivare ai playoff c’era tutta, ma essendo un girone molto equilibrato alla fine siamo scesi al terzo posto. Dal punto di vista della personalità siamo un po’ mancati, ma di questo mi prendo interamente io le responsabilità, però forse con quel qualcosa in più adesso staremmo parlando di un obiettivo ancora raggiungibile”. Infine Leonetti, ad una giornata dal termine della stagione, ha voluto dare i verdetti al campionato dei suoi, avendo giocato comunque sempre ai vertici. “Adesso abbiamo l’ultima contro l’Olbia, dove vincendo ci andremmo a prendere un podio a coronamento di una stagione di grande spessore, nonostante ormai i playoff siano andati. Siamo gli unici ad aver battuto entrambe le volte il Pontedera; un qualcosa che sa d’impresa, ma impresa non è visto che quelle gare le abbiamo dominate. Detto ciò il bilancio è solo positivo, i ragazzi mi hanno soddisfazioni uniche, resterà un po’ di rammarico, anche questo però va accettato.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE