Cerca

Focus

Roma, Rizzo ha trovato la chiave. Giacomo Arduini è il jolly pieno di qualità

Prestazione esemplare da parte del centrocampista giallorosso nel match contro l'Atalanta, a testimonianza della sua grande crescita in questa parte dell'anno

02 Giugno 2022

Antonio Rizzo

Antonio Rizzo, tecnico della Roma (Foto © Cervera)

Quest’anno la Roma partiva ai nastri di partenza come una squadra tutta in divenire, intrisa di talento, con giocatori dal sicuro calibro e spessore, dovendo trovare la giusta quadra per arrivare fino in fondo, portando ancora una volta alto il nome dei giallorossi nelle fasi finali. Il gruppo dei 2007 è stato affidato ad Antonio Rizzo, che dopo aver studiato, capito, compreso i suoi ragazzi, li ha totalmente valorizzati, dando linfa ad una delle compagini migliori dalle parti di Trigoria. I capitolini hanno raggiunto anche in questa categoria le tanto ambiti semifinali, centrando l’obiettivo di entrare tra le prime quattro del paese come già fatto in Primavera, Under 18, Under 16 ed Under 14 Pro, aspettando i quarti di finale dell’U17 per un en plein in grado di certificare ancora una volta il lavoro eccellente svolto dalla dirigenza romanista in ambito di settore giovanile. In questa rosa, quella dell’Under 15, sicuramente ci sono dei nomi importanti, cresciuti a dismisura nel corso della stagione e rivelatisi fondamentali nei momenti cruciali. Alessandro Di Nunzio è stato l’equilibratore dei giallorossi, alzando il livello del palleggio davanti alla difesa e prendendosi in maniera fissa la maglia della nazionale. Al contempo Federico Coletta si è elevato a leader tecnico dei suoi, un vero numero dieci, capace nel fare la differenza soprattutto grazie alla sua qualità. Senza tralasciare neanche un ottimo Edoardo Morucci, che si è caricato la Roma sulle spalle nei match clou, griffando la sfida ai quarti contro l’Atalanta con tre gol, conditi da una doppietta splendida al Di Bartolomei. Chi inoltre merita senza ombra di dubbio una lode per i miglioramenti fatti, non può che essere Giacomo Arduini. Il giocatore giallorosso ha completamente rivoluzionato  il centrocampo di Rizzo, dando la possibilità al tecnico di variare spesso l’assetto generale, che si è servito delle sue qualità in mezzo al campo, cavalcando l’onda delle giocate del classe 2007 dalla trequarti in su. Propria una sua illuminante palla innesca il vantaggio capitolino nella gara di ritorno, con Morucci bravo a seccare il portiere bergamasco incrociando sul secondo palo. In generale la prova di Arduini è stata da trascinatore autentico nella prima frazione, facendosi trovare in ogni zona del manto erboso di Trigoria, salvando un gol avversario già fatto, ed offrendo all’infinito giocate di bellezza pura divorandosi l’intera mediana della Dea. Domenica gli è mancato solamente il gol, ma nonostante ciò è stato in grado di offrire una prestazione ai limiti della perfezione. Un piccolo, ennesimo diamante pronto ad essere sgrezzato tra i giallorossi, aspettando che intanto svolga un ruolo da assoluto protagonista anche nelle volata finale per lo Scudetto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE