Cerca

provinciali

Vommaro: "Il Casilina è una seconda famiglia, mi manca"

Parola al tecnico dei classe 2004 rossoblù: dal momento che stiamo attraversando, al rapporto con la squadra

22 Giugno 2020

Casilina Under 16

Casilina Under 16

Casilina Under 16

"All'inizio sembrava che tutto si sarebbe potuto risolvere in poco tempo, poi sono arrivati i primi dubbi, le prime preoccupazioni, che solo oggi piano piano si stanno risolvendo". Esordisce così Rosario Vommaro, allenatore della squadra Under 16 del Casilina, nell'analizzare l'emergenza sanitaria che ci ha colpito. Una situazione difficile da immaginare, che ha tenuto milioni di persone lontane dalla propria quotidianità: "La nostra società è come una seconda famiglia, c'è un ottimo rapporto tra tutti i componenti, staff e dirigenza - continua - Seguendo anche un gruppo di scuola calcio, andavo al campo 7 giorni su 7 e la mancanza di tutto questo si fa sentire molto". In rossoblù, una stagione soddisfacente per il tecnico dei 2004: "È stata un'annata più che positiva, anche se nel corso del campionato abbiamo commesso qualche passo falso che ci stava costando qualche punto di troppo - prosegue - Lo stop è arrivato nel nostro momento migliore: pian piano, nel corso delle settimane, ci siamo resi conto di essere un gran gruppo, molto unito anche grazie al lavoro di Matteo Ruggiero, mio caro amico". Nonostante la distanza, il legame con la squadra non è stato scalfito: "Con i ragazzi ci sentiamo tutti i giorni, ripensando ai bei momenti trascorsi insieme - chiude il mister - Il ricordo più bello che ho del campionato è stata l'ultima partita prima dello stop, giocata contro l'Atletico Capannelle, oppure anche quella contro l'Atletico Zagarolo, quando ero squalificato ed al gol della vittoria all'ultimo minuto il nostro capitano è venuto ad esultare con me".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE