Cerca

L'intervista

Aprilia, Salvati: "Questa squadra può puntare in alto"

Il portiere delle rondinelle, autore di una grande partita sabato scorso, dice la sua sul momento, sul gruppo e sull'ultima vittoria

30 Ottobre 2020

Aprilia, Salvati: "Questa squadra può puntare in alto"

Gabriele Salvati

Un altro giocatore dell'Aprilia festeggia con merito la vittoria del sondaggio di questa nuova settimana: si tratta del classe 2005 Gabriele Salvati, portiere agli ordini di mister Alessandro Risoldi che, questo sabato, si è davvero reso protagonista per le rondinelle, aiuitando i suoi compagni a portare a casa una bella vittoria con la Samagor. Grazie alla sua prestazione, il ragazzo si è guadagnato una menzione sulla nostra Top 5 ed è stato poi premiato dagli utenti di Facebook, che hanno votato per lui. "Sinceramente è stata una vittoria inaspettata", commenta il portiere, "Infatti vorrei ringraziare innanzitutto la società Aprilia Racing, il presidente Pezone e tutti i mister che mi hanno dato fiducia e che credono in me. Volevo inoltre ringraziare tutte le persone che mi hanno votato, ho visto con piacere che sono state tantissime. Infine ringrazio la mia squadra per avermi supportato fin dall'inizio". Gabriele è arrivato quest'anno nel gruppo Elite da quello Regionale dell'Aprilia: "Trovo l'Aprilia Racing in generale una società molto seria e con grandi ambizioni: in soli due anni mi ha formato molto, sia come giocatore che come persona permettendomi di migliorare sempre di più. Riguardo il nuovo gruppo mi trovo molto bene, sono ottimi giocatori, ho legato con tutti e siamo molto uniti. Si respira un'aria si sana competizione sportiva e puntiamo a migliorare giorno dopo giorno con sacrificio e dedizione. La gara con la Samagor di sabato? Secondo me è stata positiva sotto molti punti di vista: evidenzierei soprattutto il possesso palla, fra questi, che ci ha permesso di condurre la partita. Riguardo gli aspetti negativi mi rimetto alle parole del mister Risoldi, che in questa partita ne ha visti pochi ma, come ribadisce ad ogni allenamento, si deve sempre migliorare con il duro lavoro. Non amo particolarmente parlare delle mie prestazioni, ma sono molto soddisfatto del rigore parato  che mancava ormai da tempo e delle altre belle parate. Per questo devo ringraziare i miei preparatori mister Podestà e mister Mariani che tutti i giorni con dedizione, ma soprattutto passione, si dedicano alla mia crescita personale e calcistica. Un mio marchio di fabbrica? Non credo di averne uno specifico, ma penso che i miei miglior pregi siano l'utilizzo dei piedi, le uscite, la spinta laterale nonché la grinta e la voglia di vincere ogni volta che entro in campo. Vorrei crescere sicuramente nella reattività e, se l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo me lo permetterà, lavorerò con i miei preparatori per migliorare questo aspetto. Obiettivi per la stagione? È ovvio che la squadra punta alla vittoria del campionato e tutti i giorni insieme al mister A. Risoldi, mister C. Turchini e il prof D. Martino lavoriamo sodo per raggiungere l'obiettivo prefissato". In conclusione, un messaggio per la sua squadra, pensando al nuovo stop del calcio: "L'anno che stiamo vivendo è molto difficile per tutti, non solo dal punto di vista calcistico ma anche psicologico. Mi sento di dire alla mia squadra di continuare ad avere speranza e positività e, se ce lo permetteranno, di continuare gli allenamenti e di disputare le partite con la stessa grinta e passione con cui abbiamo iniziato il campionato".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni