Cerca

l'intervista

Carso, Bignozzi: "Situazione dura per ragazzi e tecnici, ma vietato mollare!"

Il tecnico dell'Under 16 dice la sua sulle ultime novità riguardo i campionati e sulle aspettative per il prossimo futuro

19 Marzo 2021

Pol. Carso Bignozzi

Il tecnico dell'Under 16 Samuele Bignozzi (Foto ©Polisportiva Carso)

In casa Polisportiva Carso è Samuele Bignozzi, l'allenatore del gruppo Under 16, a fare il punto della situazione. "Gli allenamenti individuali dopo le festività natalizie con tutte le problematiche del caso erano comunque affrontati con serenità, anche perché a mio avviso tutti speravamo nella ripresa dei campionati. L’obiettivo era allenarsi per farsi trovare pronti – esordisce, aggiungendo poi - Oggi sono passati praticamente tre mesi e non si vede la luce in fondo al tunnel, anzi ci hanno comunicato che non si riprenderà più, perciò i ragazzi hanno dovuto sopportare forse l’ennesima delusione. Per la verità alla Polisportiva Carso non abbiamo mai avuto problemi di numeri con gli Under 16, siamo in parecchi e ci siamo allenati sempre in 18-20, raramente abbiamo affrontato sedute sotto le 16 unità questo dimostra che il gruppo è affiatato, voglioso di allenarsi e di mettersi in mostra. Chiaro che di contro vedo un po’ di scoramento, un adattamento alla situazione che stiamo vivendo e non è molto positivo". Le difficoltà, soprattutto sul piano mentale, sono tante, come racconta il tecnico: "Non è facile fare solo allenamenti individuali per mesi, non potersi fare la doccia al campo e non poter svolgere nemmeno le partitelle. La partita manca ormai da troppo tempo, così come il confrontarsi con altre realtà, il preparare una gara tutta la settimana, le trasferte, gli arbitri, il pubblico. Mancano le emozioni che questo sport è in grado di dare – rimarca il mister - Come se non bastasse siamo entrati da qualche giorno in zona rossa e fino al 6 aprile nn sarà possibile effettuare allenamenti presso gli impianti. Per i ragazzi abbiamo preparato delle sedute da svolgere a casa però effettivamente sta diventando tutto molto ma molto difficile. Però non si molla, si va avanti lo stesso. Vediamo se dopo Pasqua si potrà tornare almeno in campo ad allenarsi". Cosa aspettarsi dunque per il prossimo futuro? "Sinceramente non lo so, mi aspetto che questo virus finisca e si possa tornare alla normalità. I campionati non riprenderanno, inutile nascondersi e forse meglio così: ricominciare ora senza sicurezze con 'strane formule' e gettarsi all’improvviso in un campionato dopo mesi di inattività soprattutto dal punto di vista mentale non so che senso possa avere. Dopo Pasqua ci saranno due mesi da portare a termine nel migliore dei modi, prima di archiviare definitivamente la stagione 2020/21. Guardiamo a Settembre! Abbiamo tutti una gran voglia di ripartire e lasciarci alle spalle questa annata estremamente negativa – chiude Bignozzi - Concludo invitando i ragazzi a non mollare e continuare ad allenarsi. Il mio ultimo pensiero va a tutti i colleghi che regolarmente continuano a supportare i propri giocatori. Non è facile anche per noi ma la situazione è questa e si deve andare avanti con entusiasmo e professionalità".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni