Cerca

provinciali

Atletico Roma VI, Dario Colasanti: "Siamo un gruppo serio: combatteremo fino alla fine"

L'attaccante classe 2006 parla della vittoria ottenuta sul Futbol Talenti, del rapporto con i compagni e dei prossimi scontri diretti

17 Dicembre 2021

Dario Colasanti

Dario Colasanti, attaccante dell'Atletico Roma VI (©Atletico Roma VI)

L’Under 16 dell’Atletico Roma VI si è scatenata. La formazione capitolina ha inflitto un pesante 19-0 al Futbol Talenti nell’ultimo turno di campionato. A recitare la parte del leone è stato Dario Colasanti, attaccante classe 2006 autore di un bel poker personale (esattamente come Jacopo Paoletti): “E’ stata una gara particolare, ma per noi avere rispetto dell’avversario significa giocare normalmente dal primo all’ultimo minuto: sarebbe stato molto più umiliante per loro se avessimo fatto un giro palla inutile o qualche preziosismo. Inoltre la differenza reti può diventare un fattore importante in questo campionato e quindi, quando si può segnare, bisogna farlo”. Tra le note positive anche il rientro di Giovannetti dopo un lungo infortunio. Colasanti (nella foto di Massimiliano Cervera) ha raddoppiato il suo bottino in un colpo, arrivando a 8 reti stagionali: due anni fa, prima dello stop a marzo, aveva segnato 16 reti con la maglia della Roma VIII nell’allora campionato Under 14. “Voglio cercare di superare quella quota, ma ancor più importante sarà cercare di vincere il campionato con questo gruppo”. La lotta sarà dura: “Ci sarà da combattere fino alla fine – spiega Colasanti – Ora il campionato si ferma per oltre un mese e poi per noi ricomincerà con gli scontri diretti alla Virtus Torre Maura e all’Academy Tivoli, le squadre che sono a punteggio pieno assieme a noi. Sarà più difficile rispetto a due anni fa, ma anche più divertente. Se sono preoccupato per la pausa invernale? No, questo è un gruppo serio che si allena con scrupolo, poi mister Elio Pecoraro ci fornirà come sempre le giuste indicazioni per farci trovare pronti ai primi appuntamenti del 2022”. Colasanti aveva sirene importanti, ma non ha avuto dubbi: “Qui mi sento apprezzato e io stesso apprezzo compagni e società. C’è un progetto concreto, la società punta tanto su di noi e per me la categoria non è stato un problema. Se nel futuro mi vedo nella prima squadra dell’Atletico Roma VI? Sarebbe bello, ma ora è presto: ho mio papà Giordano nella dirigenza, ma mi sono sempre sentito completamente libero nel fare le scelte”. Il rendimento dell’Under 16 finora è stato perfetto: “Abbiamo cominciato bene e reagito nelle gare in cui siamo andati sotto. C’è stato un salto di qualità a livello di mentalità rispetto alle annate precedenti”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni