Cerca

L'Intervista

Boreale, Passerini: "Vedo il bicchiere mezzo pieno, ai ragazzi chiedo furbizia"

Il tecnico biancoviola parla della prima parte di stagione, della rosa a sua disposizione e della prossima ripresa dei campionati 

27 Gennaio 2022

Gabriele Passerini, tecnico della Boreale Don Orione (Foto ©Boreale Don Orione)

Gabriele Passerini, tecnico della Boreale Don Orione (Foto ©Boreale Don Orione)

L’allenatore della Boreale Don Orione Under 16 Gabriele Passerini commenta la prima parte di stagione ed espone le sue sensazioni riguardo il rientro in campo. E’ una prima parte di campionato sicuramente positiva quella della Viola di mister Passerini, il quale si dice soddisfatto del lavoro effettuato dai propri ragazzi. Sorride infatti la classifica che vede la Boreale occupare il quarto posto a 22 punti (con una partita in più rispetto alle contendenti), un risultato inaspettato per un gruppo che, secondo quanto detto dall’allenatore, è al primo anno effettivo nella categoria Elite. Nel tirare le somme riguardo il girone di andata Passerini si è esposto così: "Il bilancio per ora è positivo, i ragazzi hanno superato ogni nostra aspettativa. Il lockdown dello scorso anno ha fatto perdere quasi un anno al gruppo che era appena salito di categoria, di fatto questa è la nostra prima esperienza. L’obiettivo nonostante tutto era e rimane il mantenimento della categoria, ci fa piacere essere nelle prime posizioni". Sono belle parole quelle espresse dal tecnico riguardo i propri calciatori, verso i quali però questo non risparmia delle critiche: "Abbiamo molti aspetti su cui migliorare, uno su tutti la mentalità con cui approcciamo alla partita. Capisco che in questa categoria possa mancare quella sicurezza che viene solo con l’esperienza, ma voglio che i miei giocatori sviluppino la furbizia di saper leggere le varie situazioni e i momenti della partita". Lo stop forzato del campionato ferma la Boreale, reduce da tre risultati utili consecutivi, in un momento positivo. Rimane ottimista il tecnico che cerca di vedere gli aspetti migliori del break: "Sono una persona che cerca sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno. E’ vero, siamo stati interrotti mentre eravamo in un trend positivo, ma useremo l’assenza di partite per ricaricare le batterie. Preferisco aspettare di giocare in tempi più consoni e avere a disposizione la rosa al completo rispetto che dover disputare gare con la formazione decimata dalle quarantene. Vedremo come si evolverà la situazione, ogni settimana è una roulette russa e non sai mai quanti ragazzi saranno effettivamente disponibili il giorno seguente". Al rientro in campo la Boreale sarà impegnata in una dura partita contro l’Atletico 2000. Riguardo la gara e la seconda parte di campionato in generale il tecnico si è espresso così: "Con l’Atletico cercheremo di riprendere il discorso dove lo abbiamo lasciato. Sarà una partita interessante anche perchè li conosciamo e ci abbiamo giocato all’esordio, anche se in quell’occasione in panchina sedeva Luca (Vasselli, ex allenatore dell’Atletico 2000 e caro amico di Passerini). Loro saranno agguerriti e ogni giocatore si vorrà mettere in luce, noi ci concentriamo su noi stessi e scenderemo in campo per vincere. Nel futuro prossimo spero di riuscire a tenere il livello mostrato fino ad ora, sia a livello di gioco mostrato che per quanto riguarda la classifica". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE