Cerca

regionali

Vis Aurelia, l'Elite è ancora possibile. Scanu: "Ci stiamo riprendendo, vediamo"

Il tecnico biancazzurro punta il Palocco e crede ancora nella possibilità di regalare alla società il massimo campionato di categoria

29 Aprile 2022

Mirko Scanu

Mirko Scanu, allenatore della Vis Aurelia

Momento caldissimo per la stagione della Vis Aurelia di Mirko Scanu che è ancora in corsa per centrare la promozione in Elite. Dopo un leggero periodo di appannamento la formazione di via Ventura sta tornando sui suoi standard e dopo l'ampio successo ottenuto contro la Leocon, che ha risvegliato il gruppo dopo la sconfitta contro il DLF Civitavecchia, alle porte c'è l'impegno contro il Palocco, formazione in salute verso la quale il tecnico biancazzurro nutre il dovuto rispetto, mettendo in guardia i suoi. "Sabato affronteremo una buona squadra, senza dubbio, che si trova in un bel periodo di forma. Il Palocco ha battuto in casa proprio l'Aranova capolista che noi stiamo inseguendo e quindi per noi questa partita è molto importante per capire se siamo usciti da quel periodo un po' difficile in cui eravamo incappati. Dopo il pari con la SVS ed il ko di Civitavecchia ci siamo rialzati contro la Leocon, quindi con la partita di sabato capiremo se ci siamo ripresi del tutto. La distanza dal primo posto è di quattro punti e quindi fino a quando la matematica non ci condannerà lotteremo per centrarlo, anche se un altro obiettivo è quello di certificare quanto prima il secondo posto, che potrebbe portare l'Elite alla Vis Aurelia in fase di ripescaggio estivo. Sarebbe un bel regalo per il club e per questi ragazzi che in gran parte hanno portato un risultato simile già in passato, con la conquista del massimo campionato Under 14. Stiamo continuando a fare quello che avevo previsto ad inizio stagione, ossia scendere in campo per vincere ogni partita, vedremo quel che succederà sia nelle ultime giornate di campionato ed anche nel Torneo Beppe Viola che ci troveremo a giocare". La Vis Aurelia, infatti, è una delle società chiamate per uno dei più grandi tornei estivi del settore giovanile "Per noi è un grande orgoglio, affronteremo realtà importanti. Non ci siamo dati un obiettivo specifico, ma il Beppe Viola sarà utile per capire quale è stato il mio apporto al gruppo dopo sette mesi di lavoro". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE