Cerca

l'intervista

Lodigiani, Marra: "Dobbiamo vincere per sperare nelle finali"

Il tecnico rossoblu analizza la vittoria arrivata con la Spes Artiglio e parla della possibilità di accedere alle finali 

10 Maggio 2022

Daniele Marra

Daniele Marra tecnico della Lodigiani U16 (©De Cesaris)

La Lodigiani ha ottenuto una vittoria fondamentale sul campo della Spes Artiglio che le consente di rimanere aggrappata al quarto posto. I rossoblu hanno interpretato al meglio la prima parte di gara, portandosi sullo 0-3 poi, complici gli errori sotto porta, hanno permesso agli avversari di ritornare sotto nel punteggio. Nel finale la Lodigiani, però, ha difeso con le unghie il vantaggio portandosi a casa i tre punti. Daniele Marra che sabato non è potuto scendere in panchina, ha visto la partita in video ed ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi. “Sicuramente il rigore subito alla fine del primo tempo ha tolto un po’ di tranquillità alla squadra che si trovava in una situazione di triplo vantaggio. Nel secondo tempo, la Spes Artiglio ha preso fiducia e ci ha creato qualche difficoltà, soprattutto dopo alcune nostre occasioni da gol non sfruttate, ma lo staff e il mister Isabella, che mi ha sostituito, hanno saputo tenere concentrati i ragazzi fino all’ultimo, contribuendo a conquistare 3 punti fondamentali”. Grazie a questo successo la Lodigiani rimane al quarto posto, appaiata al Giardinetti, anche se in svantaggio negli scontri diretti. Nella prossima giornata, dunque, i rossoblu dovranno vincere assolutamente con la Fonte Meravigliosa e sperare in uno stop dei diretti concorrenti ai play off. “I ragazzi – spiega Marra – dovranno essere bravi a non sottovalutare l’avversario dopo il risultato dell’andata. Purtroppo, l’accesso alle finali non dipende più solamente da noi, ma dovremo ugualmente pensare a vincere la nostra gara, giocando bene a calcio e dopo il fischio finale, in caso di nostra vittoria, guarderemo i risultati e la classifica”. Infine, il tecnico ha spiegato quanto abbiano pesato le assenze nel momento centrale la stagione, influenzando in negativo le prestazioni della squadra. “Dopo la gara di ritorno con la Romulea abbiamo dovuto far fronte a molti infortuni e problematiche dovute a Covid e influenze, come tutti quest’anno, allenandoci in 9-10 giocatori. La maggior parte proprio nel reparto avanzato, dove abbiamo dovuto adattare giocatori che all’inizio dell’anno occupavano altre posizioni di campo e usufruire di alcuni ragazzi del 2007 che hanno davvero ben figurato.
Ovviamente l’assenza contemporanea di Colaiacomo, di Mancini, e le quelle di De Angelis e Catani, giocatori i quali ritengo davvero molto forti e funzionali al nostro gioco, ci hanno tolto energie, freschezza e soluzioni, che contro Tor di Quinto e Giardinetti avrebbero fatto certamente comodo.
Ma nonostante ciò, contro il Torrenova avevamo 20 giocatori su 21 disponibili, e quindi avremmo dovuto fare meglio, perché anche solo con un pareggio in quella gara, sabato prossimo sarebbe dipeso solamente da noi”.
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE