Cerca

Girone A

Lazio, cuore e carattere. Uno-due alla Cremonese

I biancocelesti di Alboni ringraziano Mancino e Riosa

18 Novembre 2018

Lazio, cuore e carattere. Uno-due alla Cremonese

CREMONESE Cantoni, Marenda (23'st Arpini), Bernasconi, Capuzzi, Opizzi, Agazzi, Rocchetta, Schirone, Quarena, Lauciello, Imprezzabile (14'st Grechi) PANCHINA Maini, Bocca, Ferrari, Berto, Panina, Musaj, Loi ALLENATORE Temelin

LAZIO Di Fusco, Franco, De Santis, Zaghini, Pollini, Ferrante (32'st Mari), Castigliani (4'st Santovito) , Manzo (17'st Adilardi), Riosa, Mancino, Marinacci (1'st Ingrata) PANCHINA Zappalà, Floriani, Ferlicca, Ingrada, Bonanno, Tare ALLENATORE Alboni

MARCATORI Mancino 14'pt (L), Riosa 21'pt (L), Quarena 41'pt (C)

ARBITRO Burlando di Genova

ASSISTENTI Loda e Palumbo di Brescia

NOTE Rigore fallito da Lauciello (C) al 24'pt Ammoniti Franco, Pollini, Castigliani, Agazzi Angoli 7-3 Rec. 1'pt - 4'st 


Image title

La Lazio di Alboni supera un importante esame di maturità e batte la Cremonese in trasferta. Tre punti d'oro per i biancocelesti che dimostrano grande carattere su un campo tutt'altro che facile come quello dell'Arvedi. Tante, tantissime emozioni nella prima frazione. La Lazio impatta benissimo sulla partita e si porta subito in vantaggio con Mancino che mette la gara in discesa. La Cremonese sembra accusare il colpo e Riosa infierisce pochi minuti dopo battendo il portiere di casa per il 2-0. La gara sembra andare per il meglio ma al 24' i padroni di casa hanno l'occasione per accorciare su calcio di rigore ma Lauciello non è abbastanza freddo nel trasformare. Il gol locale però è solo rimandato al 41' quando Quarena infila Di Fusco per l'1-2. Nella seconda frazione la Lazio stringe i denti e riesce a respingere gli attacci dei locali e dopo 4 minuti di recupero può iniziare la festa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE