Cerca

Focus

Roma, uno sguardo ai reparti: il centrocampo di Parisi

Corsa, qualità tecniche e geometrie, è un piacere vedere in azione la mediana giallorossa

10 Aprile 2020

Faticanti in azione ©De Cesaris

Faticanti in azione ©De Cesaris

Faticanti in azione ©De Cesaris

Dopo averne analizzato l'impenetrabile difesa ed un attacco da far paura, passiamo in rassegna il centrocampo della Roma. Una zona tanto delicata quanto decisiva che ha spesso consentito a tutta la squadra di innestare le marce più alte. Merito ad un'organizzazione tattica impeccabile, così come alle qualità dei singoli che, non a caso, lo scorso anno sono stati incoronati Campioni d'italia nel campionato di Under 15. La cabina di regia ha sempre avuto uno ed un solo padrone: Giacomo Faticanti. Centrocampista completo, perfetto nella costruzione con geometrie di alto livello e determinante a protezione della difesa. Se continuasse a migliorare anche dal punto di vista della rapidità d'esecuzione saremmo davanti ad un giocatore dal futuro certo, ma già adesso non è poi così male, per usare un eufemismo. Un altro elemento a cui Parisi ha dimostrato di non voler mai rinunciare è Fabrizio Lilli. Partito in sordina, anche a causa di qualche problemino fisico, è cresciuto in maniera esponenziale nel corso di questa stagione raggiungendo l'apice nella sfida interna con il Lecce, match nel quale ha offerto spettacolo prendendosi con forza il titolo di MVP dell'incontro. Non da meno Pisilli, uno di quei giocatori che magari non ti fa stropicciare gli occhi, ma che nell'econonomia di una squadra si rivela puntualmente indispensabile, non lo vedi ma c'è sempre. E questo è forse un aspetto ancor più apprezzato dai tecnici. Chi ha trovato poco spazio in quest'annata è stato invece Tomaselli, centrocampista offensivo la cui crescita è stata rallentata da una forma fisica non al top della condizione, ma le sue qualità restano fuori discussione e per la Roma non potrà che essere un importante valore aggiunto. Discorso analogo per Tiziano Fulvi, reduce da mesi tutt'altro che semplici. Nonostante questo il talento classe 2004 è riuscito a farsi trovare sempre pronto se chiamato in causa. Iconica la trasferta di Cosenza, quando firmò la rimonta giallorossa dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo. Senza dimenticare il jolly Mirimich, centrocampista a tutti gli effetti ma spesso impiegato sulla corsia di destra dall'allenatore capitolino, ha saputo ben adattarsi alle richieste di Parisi, disputando sempre buone gare. E poi c'è l'ultimo arrivato in casa Roma, Flavio Ciuferri. L'ex Lodigiani è approdato a Trigoria nella finestra di mercato invernale dopo una prima parte di stagione esaltante con il club di Borghesiana. Non ha ancora avuto modo di esprimere tutte le sue qualità a causa del blocco del campionato, ma il ragazzo promette bene e su di lui sono riposte grandi aspettative.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE