Cerca

focus

Lazio, Del Mastro: un leader silenzioso per la difesa

Il giovane giocatore biancoceleste è stato per tutta la stagione una delle colonne più importanti per la difesa di Alboni

21 Aprile 2020

Del Mastro @DeCesaris

Del Mastro @DeCesaris

Del Mastro @DeCesaris

Una silenziosa ma importante individualità, che senza mai strafare si è fatta largo tra le maglie biancocelesti, spesso guidando la sua squadra dalle retrovie. L'individualità di cui staimo parlando è Del Mastro. Il giovane calciatore della squadra di Alboni, quest'anno, ha fatto passi da gigante, migliorando partita dopo partita,dimostrandosi un elemento su cui poter contare in tutte le occasione. Una personalità forte, che non ha bisogno nè di urlare, nè di strafare: sacrificio e volontà di emergere, senza mai andare oltre, ma facendo quello che è richiesto, giocare. Difensore centrale puro, con una struttura importante e che nella ddifesa a 3 della prima parte di stagione era incaricato, partendo dal centro, di andare a coprire gli eventuali buchi alle spalle dei compagni di reparto, che potevano materializzarsi per il gioco offensivo richiesto dal mister. Senso della posizione ed affidabilità, caratteristiche non facili da trovare in un giocatore oggi. Magari potrebbe non rubare l'occhio, ma il suo lavoro sporco ha consentito tante volte alla squadra di poter essere più offensiva, portando addirittura Alboni a fidarsi così tanto da cambiare tutto a metà stagione, per virare su una difesa a 4, nella quale si sono alternati a ripetizione Ruggeri, Mancini e proprio Del Mastro. Spesso questi tre si sono ritrovati anche a rigiocare insieme anche dopo il cambio modulo, con Mancini spostato a centrocampo, o con Ruggeri che si andava a posizionare sull'esterno. Scelte complicate, rese tali da un gruppo che ha dimostrato di valere tanto. Del Mastro non è stato da meno e anche se magari è un ragazzo che non ama la luce dei riflettori, non si può negare che prescindere da lui è diventato difficilissimo. Un leader silenzioso, che dalle retrovie ha guidato la squadra con sacrificio e spirito di gruppo, dicendo no alla teatralità e si alla solidità. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni