Cerca

Dopo Gara

Lazio, Alboni dopo il Napoli: "Ragazzi fantastici. Adesso non ci possiamo nascondere"

Grandissima prestazione delle aquile nel big match di sabato contro il Napoli, vincendo difatti i capitolini si sono guadagnati l'accesso diretto alle fasi finali, prendendosi anche una rivincita

04 Aprile 2022

Marco Alboni festeggia con lo staff

Marco Alboni, tecnico della Lazio (Foto ©Torrisi)

Dopo l’ennesimo risultato glorioso, la Lazio ha potuto ancora una volta dare spazio alla gioia nel fine gara, esultando per un risultato fondamentale. Difatti la truppa capitolina si è tolta l’ultimo sassolino dalla scarpa, battendo quel Napoli che all’andata aveva inflitto l’unica sconfitta alle aquile, con uno strascico di polemiche infinito. Al Green Club invece è andata diversamente. I biancocelesti si sono dimostrati una corazzata autentica, rispettando i favori del pronostico, sapendo sia aggredire nella prima parte di gara, coprendo ogni spazio e facendo male all’avversario in contropiede nella seconda. Di tutto non può che esserne rimasto soddisfatto proprio il tecnico Marco Alboni, il quale ha voluto commentare così il successo dei suoi. “Siamo molto felici per il raggiungimento di un obiettivo prefissato ad inizio stagione, ma sappiamo che era particolarmente difficile. Arrivare direttamente alle finali scudetto è un qualcosa di importante visto che bisogna centrare i primi due posti, un’ambizione cercata e ricercata in maniera meticolosa tutto l’anno; e la partita di ieri ha dimostrato in pieno la bontà del lavoro con tutti i ragazzi”. In una sfida dalle mille sfumature Alboni ha voluto porre l’accento su come ci sia arrivata la sua squadra, tenendo ben in mente gli avvenimenti della gara di novembre. “Spesso quando si perde sento dire che è necessario resettare tutto e ripartire da zero. Noi invece in settimana abbiamo lavorato basandoci proprio su quello che era a successo a Napoli, sul modo in cui ci avevano battuto, con noi ingenui nel farci trascinare in situazioni extracalcistiche. Abbiamo fatto tesoro di tutto, non lasciando nulla al caso e direi che in campo si è visto. Nei primi venti minuti i ragazzi hanno rasentato la perfezione, creando un’importante mole di gioco ed impedendo a loro anche solo di avvicinarsi alla nostra porta. Una volta iniziata la ripresa le cose a livello tattico sono ovviamente cambiate. Al quarto attaccante messo in campo dal Napoli abbiamo risposto con il terzo centrale di difesa, reggendo alla grande e non prendendo gol per l’ennesima volta. Se subisci così poco il merito è di tutto un organico che sta lavorando benissimo, con Renzetti superlativo in due interventi, ma in generale devo dire che i miei giocatori sono stati magnifici”. Infine Alboni ha parlato anche dell’obiettivo finale dei biancocelesti, che domenica si giocheranno il primato del campionato contro la rivale di una vita: la Roma. “Adesso è giusto festeggiare e prendersi un giorno di riposo, ma da domani testa al derby su ogni possibile aspetto. Dobbiamo raggiungere l’ultimo traguardo, quello di vincere il girone dopo averlo dominato per una stagione. Non ci possiamo nascondere, così come abbiamo preparato la partita con il Napoli per vincerla, faremo lo stesso in vista della stracittadina, anche perché bisogna chiudere bene, per poi prepararsi alle fasi finali”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE