Cerca

play off

Lazio, il rigore di Gelli manda fuori l'Empoli. Ai quarti sarà ancora derby con la Roma

I biancocelesti risolvono la contesa contro i toscani dal dischetto come nella gara d'andata, preparando il palcoscenico per un grande scontro con i cugini al prossimo turno

18 Maggio 2022

Valerio Gelli mentre esulta

Valerio Gelli, suo il gol che fa fuori l'Empoli (Foto @DeCesaris)

Lazio-Empoli 1-0

LAZIO Renzetti 6.5, Volpe 6.5, Ercoli 6.5, Silvestri 6.5, Stano 6.5, Bordoni 7, Ferrari 6.5, Paolocci 6.5, Bigotti 6 (6’st Cuzzarella 6.5 ), Gelli 7 (25’st Sow 6), Sessa 6.5 (30’st Gningue 6) PANCHINA Mazzù, Cesari, Losi, Di Florio, Ceccarelli, Marinaj ALLENATORE Alboni

EMPOLI Vertua 7, Forcinit 6 (30’st Capacci sv), Barsotti 5.5, Martinelli 5.5 (23’st Bertellotti 6), Rolla 6, Tosto 6, Massarelli 5 (23’st Olivieri 5.5), Pignataro 6, Pallini 5.5 (23’st Longo 6), Bacciardi 6 (7’st Tatti 6), Coppola 6.5 (23’st Orlandi 5.5) PANCHINA Poggiolini, De Luca, Tempre ALLENATORE Birindelli

MARCATORI Gelli 16’st rig.

ARBITRO Tagliente di Brindisi 6.5 ASSISTENTI Raggi e Di Benedetto di Roma 1

NOTE Ammoniti Alboni, Ercoli Angoli 4-2 Fuorigioco 2-1 Rec 4’st

Nonostante un sole asfissiante, nonostante la mancanza di due titolarissimi come Serra e Barone, la Lazio completa la sua missione, battendo l’Empoli al Green Club e strappando il pass per il prossimo turno. Il rigore di Gelli stende i toscani, consegnando ai biancocelesti i quarti di finale, dove incontreranno ancora la Roma di Falsini, per un derby che si preannuncia già infuocato. La squadra di Alboni parte subito con l’acceleratore ben premuto. Ercoli scavalca gli avversari grazie ad una bella palla in direzione Sessa, l’esterno serve Bigotti che calcia di destro non trovando lo specchio. La partita è bloccata, visto anche il grande caldo, gli ospiti rimangono rintanati dietro aspettando che ad uscire siano le aquile, le quali provano a smuovere la contesa tramite qualche calcio di punizione. Al 18’ Gelli dipinge una bella palla in area, la sfera arriva a Volpe, che calcia forte ma un difensore ribatte; nei pressi del limite dell’area Paolocci raccoglie concludendo di prima intenzione, il tentativo, sporcato da una deviazione, sembra interessante ma nell’area piccola ci si avventano due attaccanti capitolini in posizione di fuorigioco, facendo sventare così l’azione. Il copione della gara continua ad essere quello, ma quando scocca la mezz’ora il pressing casalingo porta i suoi vantaggi, Sessa sfrutta un errore in disimpegno dei toscani, tocca verso Gelli che controlla, tira, troppo centralmente per Vertua. Il numero dieci poco dopo ci riprova ma l’estremo difensore avversario blocca ancora la conclusione. Sul capovolgimento Coppola salta secco Volpe vola verso la trequarti per poi scaricare in direzione Pallini, l’attaccante mette al cento una palla precisa per l’estirada di Bacciardi sulla quale Renzetti è miracoloso; la ribattuta arriva a Coppola che avrebbe tutta la porta spalancata, concludendo però addosso a Stano, salvifico quasi all’altezza della linea per i biancocelesti. Nella ripresa la Lazio confezione subito una bella azione: Paolocci aziona il destro di Bigotti, sebbene sia centrale Vertua non riesce a bloccare concedendo corner. Al 13’ invece Bordoni si procura una punizione interessante dai venticinque metri. Sulla palla va il solito Gelli, la traiettoria del trequartista scende benissimo ma prima di centrare l’angolino viene intercettata da un grande Vertua che la allunga in angolo grazie ad un intervento perfetto. Tre giri di lancette più avanti avviene la svolta del match. Stano anticipa bene un avversario, Sessa raccoglie il pallone, triangola bene con Gelli venendo poi steso in area da un difensore dell’Empoli. L’arbitro è lì e non può far altro che indicare il dischetto. Dalla linea della carità Gelli non trema, spiazza Vertua facendo esplodere il tifo biancoceleste. La gara si stappa, le aquile entrano in trans agonistica, Gelli sventaglia perfettamente in direzione Ferrari, l’esterno davanti a Vertua calcia di destro, il portiere ospite si oppone con il pallone che poi rocambola sul giocatore capitolino finendo sul fondo. Dopo la pausa per il cooling break, Cuzzarella continua a fare letteralmente la differenza, l’esterno si incunea in area dalla sinistra, trova al centro la zampata puntuale di Sessa, che tocca bene d’esterno ma la sfera prende una traiettoria inusuale non prendendo la porta. All’ultimo minuto dei regolamentari Cuzzarella riceve l’invito di Sow, strappa lungo l’out mancino per poi provare ad incrociare davanti a Vertua che si frappone ancora. Nel recupero la difesa di Alboni regge nonostante il piccolo infortunio di Bordoni, protegge il vantaggio potendo esultare al triplice fischio. Adesso bisognerà affrontare la stracittadina.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE