Cerca

girone a

Gol, emozioni e proteste: al Roma succede di tutto!

La Romulea di Belardo batte il Savio al termine di una gara infinita. La Tor Tre Teste torna a -2 dai blues

15 Marzo 2017

Gioia Romulea ©De Cesaris

Gioia Romulea ©De Cesaris

MARCATORI Pellegrino 3’pt (R), Menniti 31’pt e 26’st (R), D. Mancini rig 23’st e 39'st (S), Falanga 30’st (R), Sebastianelli 36’st (S) 

ROMULEA Giannini 6, Cerbara 6.5, Galli 6.5, Pellegrini 6.5, De Chiara 7, Micheli 6.5, Pellegrino 6.5 (39’st Collorafi sv), Belardo J. 6.5, Cipriani 6.5, Falanga 6.5 (38’st Tektak sv), Menniti 8 (33’st Losani 5) PANCHINA Filippo, Vitiello, Straffi, Lacchè ALLENATORE Belardo

SAVIO G. Mancini 5, Moretti 5, Capogna 6, De Cato 5 (33’st Martinelli 6.5), Scorzoni 5 (7’st D. Mancini 7.5), Pesarin 5 (36’st Matteoli 6.5), Ingrosso 5.5 (33’st Kantor 5.5), Scartocci 5.5, Sebastianelli 6.5, De Masi 5.5 (4’st Podda 6), Canepa 5.5 (18’st Volpe 6) PANCHINA Di Fiore ALLENATORE Bolic 

ARBITRO Conti di Roma 2, 4.5

NOTE Espulso Losani 45’st (R) per doppia ammonizione Ammoniti Scartocci, D. Mancini, Canepa, Losani Rec. 1’pt – 6’st 


A scanso di equivoci lo diciamo subito: l’arbitraggio non è stato all’altezza di questo Romulea – Savio. Una gara infinita, fatta di emozioni, gol e, purtroppo, polemiche. Tanti gli episodi dubbi in area amaranto oro: due reti annullate alla capolista blues, un rigore dubbio non concesso (poi dato nella ripresa, molto generosamente), un paio di fuorigioco da rivedere (non dimentichiamoci però che il direttore di gara nel settore giovanile non può contare sull’aiuto dei guardalinee). Insomma, Conti di Roma 2 ha avuto una giornata storta e il Savio molto probabilmente è Gioia Romulea ©De Cesarisuscito penalizzato dalla gara. Questo, a onor del vero, va detto. E’ altrettanto giusto, però, ammettere che la vittoria ottenuta dalla compagine di Belardo  è assolutamente meritata. L’arbitraggio non è stato all’altezza di questo big match, è vero, ma neanche il Savio. La capolista ha disputato una gara al di sotto delle aspettative, giocando, seppur in maniera confusionale, soltanto nell’ultimo quarto d’ora di gara grazie all’ingresso di un ritrovato Daniel Mancini, che ha dato la scossa e che sarà una pedina fondamentale da qui al termine della stagione. Il Savio ha giocato male ed è stato merito di una grandissima Romulea, ben messa in campo, attenta dietro e pungente in avanti con i due esterni: con un Menniti in queste condizioni poi tutto è davvero fattibile. Belardo e i suoi dovevano superare la sconfitta di Ostia e questa prestazione è stata la miglior risposta possibile.

 

La Romulea esulta ©Lori

Partenza shock L’inizio del Savio non è certo quello che Bolic sperava: dopo un paio di minuti infatti è clamorosa l’ingenuità di Scorzoni che di testa prova un retropassaggio al portiere troppo corto, Mancini esce alla disperata ma non sarà fortunato nel rimpallo: da pochi passi Pellegrino insacca l’1-0 per la Romulea. I blues, scossi, cercano subito di reagire. Bolic chiama un pressing alto ed è proprio su una palla recuperata nella trequarti avversaria che il Savio potrebbe pareggiare: splendido lancio a cambiar gioco di Capogna verso Moretti. L’esterno blues è solo, ma spedisce alto in pallonetto. Passata la sfuriata ospite, la squadra di Belardo torna a controllare la gara nella fase centrale. Specialmente sulla corsia mancina, Menniti sembra poter mettere in difficoltà la capolista con i suoi cross. E sul sinistro di Falanga però l’occasione del 2-0, conclusione debole facile preda di Mancini. Alla mezz’ora passa ancora la Romulea: Menniti prima fallisce il raddoppio a tu per tu e poi si fa perdonare pochi minuti dopo insaccando alle spalle del portiere per un 2-0 meritato. Prima del riposo episodio in area locale: Moretti viene agganciato da Giannini in area, per l’arbitro non c’è niente e scoppia così la protesta blues che di fatto chiude il primo tempo.

 

Scartocci, capitano blues ©Lori

Succede di tutto A inizio ripresa subito Romulea pericolosa con Pellegrino, che non arriva di un soffio sul cross teso di Menniti. Il Savio è in difficoltà, non riesce a trovare sbocchi nella difesa avversaria, Bolic allora si gioca la carta Mancini: il bomber torna in campo così dopo tre mesi di assenza per infortunio e trova subito il gol su calcio di rigore al 23’, dopo una rete annullata a Volpe per fuorigioco dubbio. La gara sembra riaperta ma la Romulea ritrova subito la concentrazione e ristabilisce le distanze con il solito Menniti che dalla sinistra pesca l’angolo più lontano: 3-1. Non finisce qui: Falanga poco dopo cala il poker direttamente su punizione con Mancini beffato dalla traiettoria. E’ la rete che taglia le gambe della capolista? Niente affatto. Nel finale il Savio parte in forcing, riesce a trovare negli ultimi cinque minuti due gol con il duo Sebastianelli-Mancini e addirittura sigla il 4-4 con Martinelli, annullato però dal direttore di gara per un fallo in attacco di un giocatore blues. Proteste a non finire, il Savio non ci sta. La Romulea però si prende questi tre punti (meritati) e torna in corsa per i play off.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE