Cerca

Regionali

De Rossi, Grillo: "Le sconfitte? Questioni di mentalità."

Per il mister bisogna cambiare l'approccio alla gara per raccogliere risultati più rosei

28 Novembre 2018

De Rossi, Grillo: "Le sconfitte? Questioni di mentalità."

Image title

Renato Grillo dopo l'esperienza alla Pro Roma decide di continuare il suo percorso tecnico allenando gli Under 17 della Polisportiva De Rossi in un campionato che si sta rivelando più difficile del previsto. Analizziamo l'ultima partita giocata dai ragazzi attraverso la voce del mister: "Nella scorsa giornata - sconfitta 6-2 contro l'Unipomezia - è mancata la cattiveria agonistica. Componente fondamentale che spesso si perde nei momenti più duri all'intero di un match. Questa è una mancanza pesante che l'allenatore non può far apparire, è tutta una questione di testa. Siamo passati in vantaggio, il primo tempo si è concluso per 2-2 ma poi nella ripresa il crollo. La squadra si è deconcentrata ed ecco che abbiamo subito due gol da calcio d'angolo poi abbiamo smesso di giocare. Complimenti anche per l'altra squadra che era ben messa in campo e forte fisicamente ma la colpa della sconfitta è nostra e potevamo fare di più." Il tecnico addolcisce la pillola mettendo in evidenza anche gli elementi positivi: "Il gruppo c'è, è composto da 4/5 elementi di gran valore come Subrizio che appena arrivato ha già deliziato i tifosi con un gol e un assist, sappiamo creare un bel gioco palla a terra ma poi non riusciamo mai fare il massimo perché caliamo d'attenzione. Non può essere una scusante dire che ci mancano due titolari perché siamo una squadra che può dire molto ma dobbiamo migliorare mentalmente." Un cambio di personalità, insomma è la soluzione invocata, che viene confermata dalle successive parole del tecnico: "Dobbiamo modificare l'approccio alla gara e dosare le energie mentali per evitare che si ripresentino gli errori della scorsa partita. Sperando che almeno la fortuna sia dalla nostra parte" Sugli obbiettivi della sua squadra è speranzoso: "L'obbiettivo è ottenere una salvezza tranquilla anche se è un peccato perché questa squadra in alcune partite gioca un gran calcio che non riesce a sedimentarsi nei meccanismi dei ragazzi. Se giocassimo sempre come sappiamo fare, saremmo tra le prime posizioni"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE