Cerca

l'intervista

Savio, Macidonio si presenta: "Orgoglioso di essere qui"

Il tecnico campione d'Italia ci racconta la sua nuova avventura: "I ragazzi hanno i mezzi tecnici per uscire da questo momento"

18 Gennaio 2019

Antonio Macidonio ©CRLazio.it

Antonio Macidonio ©CRLazio.it

Antonio Macidonio ©CRLazio.it

C'è voglia di risorgere in casa Savio. La società di via Norma ha deciso di dare una scossa al gruppo 2002 accettando le dimissioni di Luigi Miccio dalla panchina. La dirigenza blues però ci crede ancora e alla guida dell'Under 17 ha deciso di mettere uno che di imprese se ne intende. Parliamo di Antonio Macidonio, tecnico campione d'Italia con la Rappresentativa Allievi del CR Lazio. Il neo allenatore ci racconta le sue prime emozioni in maglia blues: “Per me qusta è una sfida bellissima – commenta – Sono davvero orgoglioso di allenare il Savio. Parliamo di una società storica, gloriosa, che tutti conoscono. La trattativa? E' stata super veloce. Quando mi è capitata questa occasione ho impiegato neanche trenta secondi per accettare. Ringrazio il presidente Paolo Fiorentini e tutto il suo staff per la fiducia”. Macidonio, recentemente impegnato nell'avventura al Club Italia con l'Under 15 ci parla della sua rosa: “Ho trovato un gruppo di ragazzi con il morale davvero molto basso. La prima cosa da fare è lavorare sull'aspetto psicologico perchè già dopo un paio di allenamenti mi è chiara una cosa: a livello tecnico questi giocatori hanno tutto il necessario per uscire da questo momento negativo”. Bisogna crederci, dunque: “Noi siamo il Savio – conclude Macidonio – Questo non dobbiamo mai dimenticarcelo. E' dura recuperare dieci punti dal terzo posto, è vero, ma abbiamo il dovere di lottare fino in fondo. Ci sono ancora tanti scontri diretti da giocare”. L'esordio dell'ex allenatore del CR Lazio avverrà domenica sul campo dell'Albalonga: “La società castellana è abituata a lottare fino all'ultimo secondo per cui per noi sarà molto importante non perdere mai la concentrazione. Sarà una sfida dura, ma avrò modo finalmente di vedere i ragazzi all'opera. Bisogna lavorare a testa bassa. Soltanto così riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE