Cerca

l'intervista

Albalonga, Talarico: "Orgogliosi di noi stessi"

Il tecnico del club di Pavona commenta il periodo più che positivo dei suoi culminato con la vittoria del week end scorso contro il Falaschelavinio

26 Febbraio 2020

Mister Talarico, Albalonga

Mister Talarico, Albalonga

Mister Talarico, Albalonga

Se si ripartisse dal girone di ritorno, la sua Albalonga sarebbe capolista insieme alla corazzata Vigor Perconti. Questa statistica (frutto di 18 punti conquistati sui 21 disponibili) serve per capire le dimensioni straordinarie dell'evoluzione della squadra di mister Francesco Talarico, il quale commenta in questo modo: "In queste prime 7 giornate di ritorno siamo andati discretamente bene, anche se c'è rammarico per quei 3 punti persi in casa con il Certosa, partita che abbiamo perso sottovalutando le difficoltà che ci poteva creare." L'ultima vittoria, quella ottenuta con un roboante 6-1 sul Falaschelavinio, non ha lasciato, però, pienamente soddisfatto il tecnico: "E' sicuramente un risultato positivo, abbiamo incontrato secondo me una  buona squadra che ha fatto un bel primo tempo, nonostante la classifica dica che sono un po' in difficoltà. Nel secondo tempo siamo stati bravi a far emergere proprio questa differenza di punti che c'è in questo momento tra noi e loro. Non sono però totalmente soddisfatto perchè in certi momenti la squadra si adagia troppo ai ritmi del match e alcuni giocatori tendono a specchiarsi un po' troppo, dimenticandosi di essere concreti e fare giocate utili per la squadra." Ci sono certamente ancora degli aspetti da migliorare, per Talarico il principale è quello mentale: "Dobbiamo cercare di creare una mentalità che porti i ragazzi ad approcciare a tutte le partite e ai vari momenti della partita sempre con la stessa determinazione, attenzione e qualità. Secondo me l'aspetto mentale spiega la differenza che c'è tra noi e chi ci precede." Nel prossimo match l'Albalonga è chiamata alla proibitiva trasferta con la Vigor Perconti, ancora imbattuta in casa in questa stagione: "E' una di quelle gare che tutti vogliono giocare perchè si ha la possibilità di confrontarsi con coloro che fino ad adesso hanno fatto meglio degli altri. Arriviamo con parecchie defezioni tra infortuni e squalifiche ma sono sicuro che chiunque venga chiamato in causa in questa partita darà il massimo. All'andata mi colpì molto la loro compattezza, la loro solidità. Quando attaccano sono pericolosissimi, ma lo fanno dando l'impressione di mantenere un grande equilibrio, ti concedono poche occasioni, dovremo essere bravi nel sfruttarle." Infine una battuta sul finale di stagione: "Essere in quella posizione di classifica per una società come la nostra deve già essere motivo di orgoglio perchè vuol dire competere con corazzate del calibro di Ostiamare, Romulea, Urbetevere."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE