Cerca

Regionali

Honey, Frillici: "Eravamo in un ottimo momento"

Il tecnico delle api, arrivato a metà dicembre alla guida del gruppo, ricorda i progressi dei suoi ragazzi fino allo stop

01 Aprile 2020

L'Honey

L'Honey

L'Honey

Approdato all'Honey Soccer City a dicembre, mister Frillici guida il team classe 2003 delle api. Un'annata complicata questa per l'Honey, terzultima in classifica, fino allo stop per l'emergenza Coronavirus. "Sicuramente è un momento particolare per tutto il Paese", commenta con noi Frillici, "Il mio rapporto con la squadra non è cambiato però, è basato sulla reciproca fiducia e tramite il mio secondo Emanuele Minunzio e il Nostro capitano Emanuele De Petrillo ci relazioniamo con il gruppo costantemente, seppur a distanza, inviandogli delle schede di allenamento finalizzato al mantenimento e all'esercizio sia fisico che tecnico, dove sia possibile farlo, con la speranza di tornare in campo il prima possibile e di farci trovare un minimo pronti, eventualmente. La stagione? Sì, è stata travagliata per la squadra, vittima di un inizio disastroso. Ma con carattere e grinta il gruppo è riuscito a reagire, effettuando un cambio di marcia a fine girone di andata: anche grazie all’aiuto dei ragazzi classe 2004 di Mister Monaco, siamo riusciti a raccogliere un pareggio e tre vittorie di fila che ci hanno fatto credere un po’ di più nelle nostre qualità. Proprio quando la squadra stava cominciando a giocare molto bene come piace a noi, e a trovare i giusti equilibri, purtroppo è arrivato lo stop del campionato". Chiediamo a mister Frillici quale sia il ricordo più bello della stagione. "Beh, una partita che mi è rimasta impressa quest’anno è stata la vittoria fuori casa sul campo del Massimina, che ci vedeva sotto di 2-0 nella prima frazione di gioco e che siamo riusciti con una grandissima prova di carattere a ribaltare a nostro favore per 3-2 ". Sono passate diverse settimane da quando è iniziata la quarantena e mister Frillici sente la mancanza dei suoi ragazzi. "Sì, in campo sono un mister molto esigente, ho un comportamento quasi militaresco ed è difficile che mi lasci andare, al contrario nelle cene di squadra esce il mio lato migliore nel fare gruppo, nello scherzare e nello stare insieme. Non vedo l'ora di ripartire e riabbracciarci il prima possibile"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE