Cerca

l'intervista

Virtus Faiti, parla Russo: "Che dispiacere lo stop"

Queste le parole del tecnico biancoblu dopo il nuovo stop allo sport indetto dall'ultimo DPCM

28 Ottobre 2020

Virtus Faiti, parla Russo: "Che dispiacere lo stop"

Emanuele Russo, mister della Virtus Faiti

Solo una partita. Questa è stata la durata del campionato per la Virtus Faiti che, così come tutte le altre società dilettantistiche, almeno fino al 24 Novembre non potrà più scendere in campo per gare ufficiali. Abbiamo parlato con l'allenatore della squadra, Emanuele Russo, che ci lascia le sue considerazioni in merito: "E' una situazione sicuramente complicata - esordisce il mister biancoblu - i provvedimenti presi dal governo penso siano positivi dal punto di vista della salvaguardia della salute dei cittadini, ma negativi in termini economici e psicologici per quanto riguarda il mondo dello sport, perché quest'ultimo è anche un mezzo per far distrarre e far sfogare le persone stufe e stressate da questo momento storico. Con i ragazzi abbiamo iniziato a svolgere gli allenamenti individuali e devo dire che è molto triste per tutti: siamo stati costretti a togliere le nostre partitelle finali e loro ne stanno risentendo molto perché dopo un'ora di esercizi nutrono il desiderio di divertirsi ma non possiamo farci nulla. Spero con tutto il cuore che il 24 Novembre si possa tornare a scendere in campo ma la vedo molto difficile, servirebbe quasi un miracolo e per il momento dunque dovrò consolarmi ripensando alla prima ed unica gara di campionato giocata finora: siamo stati autori di una fantastica prova contro l'Hermada, che siamo riusciti a superare per 5-1. Nella mia squadra ho visto la voglia di vincere e di dimostrare la nostra forza dopo tanto tempo che non scendevamo in campo per gare ufficiali e pensare che dovremmo far passare un altro lasso indeterminato di tempo ci fa male"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE