Cerca

l'intervista

Borghesiana, Bendoni: "Mi mancano spogliatoio e l'adrenalina pre gara"

Il capitano rossoverde svela le sue emozioni: "Allenarsi con gli amici, vivere lo spogliatoio e stare insieme è fondamentale"

14 Gennaio 2021

Borghesiana Bendoni

Valerio Bendoni, capitano della Borghesiana Under 17 (Foto ©GazReg)

Un capitano non molla alle prime difficoltà, un capitano le affronta. Un capitano è colui che le supera e che guida i suoi compagni verso un unico obiettivo, dove nessuno è escluso. Essere parte di un gruppo vero. È Valerio Bendoni, il capitano della Borghesiana per la categoria Under 17. Valerio è molto sicuro di sé, conosce i suoi compagni e li sprona a dare il meglio in questo momento complicato, dove rimanere lucidi non è affatto scontato. Il talento ha affrontato molti temi delicati, parlando con la sicurezza di un veterano, tra chi in questo momento ha pensato di abbandonare lo sport e tra chi come lui non ha intenzione di mollare mai: “Sinceramente non ho mai pensato di lasciare il calcio. So che purtroppo molti ragazzi hanno accarezzato l’idea di abbandonare il campo, tra cui molti miei amici peraltro bravi con il pallone tra i piedi. In tanti hanno rinunciato, ma per fortuna io non ho mai pensato di smettere. In questo brutto periodo, sto cercando di svagarmi il più possibile, anche tra film e serie tv. Mi sto allenando sempre e non vedo l’ora di tornare in campo.”  La forza del gruppo è la qualità che contraddistingue la sua Borghesiana, squadra capitanata da Bendoni, che da vero leader cerca di sostenere i suoi compagni, trascinandoli in campo e fuori in questi momenti complicati. Valerio, con grande serenità affronta le problematiche di un gruppo pronto a reagire: “Siamo un grande gruppo. In questo periodo non ci siamo mai persi di vista e siamo sempre rimasti in contatto. In campo non ci possiamo allenare insieme perché non ci è permesso, ma io ed altri miei compagni ci stiamo allenando individualmente, svolgendo un programma di allenamento che ci è stato dato dal mister. La cosa che mi manca più del calcio è l’adrenalina che ti trasmette. Mi manca vivere il mio gruppo ed i miei compagni, allenarsi insieme, ridere e scherzare. Credo che sia fondamentale come cosa. Ciò che desidero di più è il ritrovarsi prima di una partita nello spogliatoio con tutti i ragazzi e quella voglia matta di caricarci che abbiamo. La concentrazione che sale e il voler scendere in campo.” Il 15 gennaio è la data in cui le squadre dovrebbero tornare in campo ad allenarsi. La stagione sta per ripartire e Bendoni con grande chiarezza esprime la felicità per il ritorno in campo a febbraio: “Tra poco dovremmo ripartire se tutto va bene. Sinceramente non vedo l’ora, perché quello che si prova in campo non è paragonabile a quello che si prova qui a casa. I miei compagni li vedo carichi e motivati per ripartire con il piede giusto e iniziare finalmente la stagione come si deve.” Bendoni, conclude poi con un bellissimo messaggio di speranza per tutti i ragazzi che amano questo sport: “Il messaggio che mando da capitano a tutti i ragazzi che hanno passato un brutto momento è di uscirne più forti e a testa alta. Ci sono ragazzi che hanno abbandonato per diversi motivi che vanno dalle vicende accadute a scuola o in famiglia. Ricordo a loro il motivo per cui hanno iniziato a dare due calci al pallone fin da bambini. Se abbiamo intrapreso questo percorso un motivo c’è. C’è una fiamma dentro di noi, che forse nemmeno sappiamo di avere che ci ha sempre spinto a compiere questa scelta. Da capitano auguro a loro di trovarla cercando di continuare a praticare questo bellissimo sport.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE