Cerca

l'intervista

Campus Eur, capitan Sagone "Speriamo di tornare il prima possibile"

Da tre anni in maglia bianconera uno dei leader dello spogliatoio analizza il periodo del secondo stop ai campionati

21 Gennaio 2021

Simone Sagone

Il capitano del Campus Eur Simone Sagone

Dopo la vittoria al cardiopalma ai danni del Montespaccato (3-2 grazie alla sigla finale di Coverini), il Campus Eur non ha più avuto la possibilità di giocare un'altra gara. Questo, forse, ai bianconeri capitanati da Simone Sagone può aver tolto quel ritmo che, sin dalle partite disputate di preparazione alla stagione, aveva caratterizzato il loro spartito: "Avevamo ottenuto una bella vittoria sul Montespaccato. Peccato che poi si sia fermato tutto perché eravamo in fiducia anche per il bel precampionato che avevamo fatto" Certamente, come in tutte le squadre, si erano intravisti degli aspetti sui quali migliorare, in particolar modo per quel che riguarda la continuità di proposta di gioco. Normale che fosse così, soprattutto perché dopo numerosi mesi di inattività le gambe e la testa dovevano riabituarsi alle regole del campo: "Sicuramente dobbiamo migliorare sotto l'aspetto mentale. Ci prendiamo troppe pause durante tutto l'arco del match e non ce lo possiamo permettere. Però se siamo con la testa giusta e giochiamo da squadra sono sicuro che possiamo mettere in grande difficoltà tutte le avversarie del nostro girone" Questo secondo, e per certi versi inaspettato, periodo di stop forzato (almeno non degli allenamenti, seppur individuali) ha portato tutte le squadre a guardarsi dentro e magari a sviluppare rapporti interni, specialmente con i “nuovi”: "Sappiamo che è un momento difficile ma non abbiamo mai smesso di allenarci, tutti abbiamo un ottimo rapporto sia col mister che con tutto lo staff e questo ci aiuta e ci dà coraggio per affrontare il rientro in campo" Proprio della data in cui ripartirà il campionato si è parlato insistentemente nell'ultimo periodo, e pare che sia prevista per l'inizio di febbraio. In questo senso, ecco le parole di capitan Sagone, che lasciano trapelare una grande voglia di tornare a fare ciò che più gli piace: "Speriamo di tornare a fare le partite il più presto possibile. Ovviamente durante questi due mesi ci sono stati allenamenti un po' più noiosi però sappiamo che dobbiamo farci trovar pronti per quando si ricomincerà". Il Campus Eur di quest'anno può essere l'outsider di un girone molto complesso e pieno di qualità come quello in cui è capitato. Il centrocampista classe 2004 però non vuole sbilanciarsi nelle previsioni, preferisce far parlare il campo quando la situazione lo permetterà: “I nostri obiettivi si costruiranno man mano durante il corso del campionato: sappiamo dove dobbiamo migliorare, alla fine si tireranno le somme".  Un ragazzo che, nonostante la sua giovane età, pensa e parla già come fanno nel mondo dei “grandi”, e questo è sicuramente un pregio finché non va ad intaccare la capacità e la volontà di ambire a traguardi importanti, in altre parole di sognare in grande. Il suo rapporto d'amore con la società di via Lungotevere Dante perdura ormai da molto tempo e ha radici profonde, in special modo in un'età nella quale è molto diffuso il trend di cambiare maglia ogni anno e non continuare il proprio percorso di crescita in una società, delle volte giustamente delle altre meno: "Sto qui al Campus da 3 anni e ho un ottimo rapporto con tutti. Molti li conosco anche da prima di questa esperienza, quindi c'è amicizia anche fuori dal campo".  In attesa di capire quale sarà il processo di crescita dei bianconeri, Simone Sagone e compagni continuano a lavorare per dimostrare che per la lotta alle prime posizioni ci sono anche loro.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni