Cerca

l'intervista

Massimina, Mattoni: "Senza il calcio la mia vita non sarebbe la stessa"

Il capitano dell'Under 17: “ Non ho mai pensato di abbandonare il mio sogno durante questo complicato periodo e ho provato sempre a far cambiare idea a qualche mio amico che invece si è lasciato trasportare un po' troppo dalla tristezza”

26 Gennaio 2021

Massimina, Mattoni: "Senza il calcio la mia vita non sarebbe la stessa"

“Senza il calcio la mia vita non sarebbe la stessa". Esordisce così il nostro Tiziano Mattoni, capitano dell'Under 17 del Massimina, in merito alla sua passione per questo bellissimo sport. "Non ho mai pensato di abbandonare il mio sogno durante questo complicato periodo e ho provato sempre a far cambiare idea a qualche mio amico che invece si è lasciato trasportare un po' troppo dalla tristezza. Per me essere un buon capitano significa anche questo, essere un punto di riferimento per i propri compagni dentro e soprattutto fuori dal campo. Spero con tutto il cuore che si possa ripartire il prima possibile ma, se i contagi dovessero aumentare nuovamente, la questione diventerebbe nuovamente difficoltosa, così come lo sarebbe prendere una decisione che non scontenti tutti per chi di dovere. Se dipendesse da me, io scenderei in campo prima di subito ma purtroppo non funziona così. Il mio punto di vista ovviamente, da ragazzo, è diverso dato che vorrei sempre giocare; infatti non ero d'accordo nemmeno con lo stop di fine Ottobre, ma tant'è; in ogni caso quel che è stato è stato e ora l'importante è solo tenere tutti le dita bene incrociate e sperare che il vaccino possa debellare per sempre dalle nostre vite questo dannato virus che ci ha fatto compagnia per decisamente troppo tempo”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni