Cerca

l'intervista

Città di Ciampino, Tocci "Allenarci senza partite non è la stessa cosa"

Il capitano del Città di Ciampino descrive il momento che sta vivendo insieme ai suoi compagni

28 Gennaio 2021

Thomas Tocci

Thomas Tocci, capitano del Città di Ciampino

Un capitano non molla alle prime difficoltà. Unisce i suoi compagni e li guida in campo e fuori. È il caso di Thomas Tocci, capitano del Città di Ciampino. Thomas è un ragazzo con la testa sulle spalle, pronto a prendere per mano la sua squadra nella tempesta e disposto a mettersi al servizio di tutti quando tornerà a splendere il sole. Con grande lucidità ed attenzione ha commentato questo periodo difficile, mostrando grande senso di appartenenza: "Stare senza calcio per diversi mesi è forse la cosa più brutta che ci potesse capitare. Ma resto a contatto con i miei compagni e siamo uniti grazie agli allenamenti che svolgiamo tre volte a settimana. Anche se non sono veri e propri allenamenti, senza contatti e contrasti". Molti ragazzi in questo duro periodo di riflessione, hanno accarezzato l’idea di abbandonare lo sport. Non è mai scontato reagire, ma la voglia che contraddistingue Thomas ed i suoi compagni è l’arma per ritrovare spensieratezza: "Ho vissuto sulla mia pelle questi cattivi pensieri. Fin da bambino, avendo giocato in molte squadre, le quali mi tenevano impegnato sul campo almeno quattro volte a settimana, non ho mai avuto la possibilità di avere una vita sociale al di fuori del calcio e della scuola. Dentro ho pensato di smettere, ma ripensando a tutti i sacrifici che ho fatto per questo sport ho continuato e continuerò. Nonostante tutto quello che sta accadendo amo e mi piace giocare a calcio". La partita è ancora lunga. Ma l’attesa del weekend, che portava migliaia di ragazzi sul campo a rincorrere un sogno, smuove le emozioni di Thomas. Tocci, con grande sentimento e desiderio di rivalsa, percorre la sua voglia di tornare a vivere quei magici novanta minuti: "Penso che la cosa che accomuna tutti noi sia la mancanza della gara di campionato. Andare agli allenamenti, dare il massimo e poi essere scelto dal mister per la partita da giocare. Adesso senza questo, sento tanti miei amici che vanno ad allenarsi svogliati sapendo di non poter disputare il match la domenica. Però ormai di questi tempi, siccome l’unica cosa che possiamo fare è allenarci lo facciamo con piacere". Un gruppo quello del Città di Ciampino, composto da amici prima che giocatori, che Tocci descrive così: "I miei compagni sono fantastici. Dentro lo spogliatoio si respira un aria pazzesca e per me è un piacere giocare al loro fianco. Il vice capitano è Coletta, uno dei leader come me. Posso dire che sono anni che ci conosciamo e gli voglio davvero bene" Thomas, lancia un ultimo messaggio da vero capitano, destinato a tutti i ragazzi che vivono questo momento duro con ansia e con il timore di quello che sarà. Non nascondendo, inoltre, le sue ambizioni future: "Il mio desiderio è quello di andare un giorno in una squadra professionistica o comunque di alto livello per continuare la mia carriera quando finiranno le giovanili. Per il momento che stiamo vivendo credo che questo sia il periodo adatto per poter scegliere con voglia di continuare o mollare tutto a causa delle dinamiche attuali. Da capitano consiglio a tutti di continuare, di rincorrere i propri sogni, perché se tu desideri una cosa che vuoi avere veramente provi a fare di tutto per ottenerla". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE