Cerca

l'intervista

Marco Cecconi, il treno del Carso "Diamo il 100% per essere pronti"

Si ispira al rossonero Hernandez, che secondo lui è un modello per farsi largo ed ha parole di elogio per il gruppo

04 Febbraio 2021

Marco Cecconi

Marco Cecconi, capitano della Polisportiva Carso

Un solo match giocato in stagione che ha visto come risultato la vittoria per la squadra capitanata da Marco Cecconi che ha parlato del rapporto che ha con il suo club di appartenenza: "Sono al Carso da più di 5 anni. Si è creato ovviamente un rapporto molto importante. Nonostante molti calciatori della mia stessa età sono andati via e giochiamo con parecchi sotto età sono rimasto perché mi fido della società, del mister Gennaro e del mister Rossi" Prosegue Cecconi commentando come stanno andando questi mesi complicati all’interno dello spogliatoio: "Noi ci alleniamo sempre al 100% e caso mai si tornasse a giocare vogliamo farci trovare pronti. Senza dubbio è un momento brutto. Per molti questo è un momento complicato ma anche per noi è difficile non giocare e soprattutto non giocare per un anno. Abbiamo l’obiettivo di approdare in squadre professionistiche e non rimanere nel dilettantismo e questo periodo così lungo di stop non ci facilità assolutamente" Prosegue il capitano affermando come ci sia sempre la speranza di tornare nonostante le difficoltà: "Abbiamo la speranza di tornare in campo e questa rimarrà sempre. Per come si sta evolvendo la situazione, un possibile ritorno è molto complicato ma noi ci alleniamo sempre per farci trovare pronti nell’evenienza". Prosegue Cecconi parlando del bel clima che si respira all’interno del gruppo: "Siamo tutti uniti, è un bellissimo gruppo. Anche se molti sono di un anno più piccoli, non cambia assolutamente nulla. Siamo un bel gruppo e questo lo dobbiamo anche al mister che ha lavorato molto bene per creare uno spogliatoio forte e unito. Ovviamente siamo dispiaciuti di non poter giocare le partite e la forza del gruppo si vede anche nei risultati dei match. Al momento siamo tutti nella stessa direzione e c’è molta compattezza, non c’è nessun tipo di problema" Il capitano si è anche soffermato sugli obiettivi di gruppo e personali che si era prefissato all’inizio della stagione prima dello stop: “L’obiettivo è sempre quello di salvarci ma in realtà siamo una squadra ambiziosa e quindi non abbiamo un obiettivo preciso. Il fatto che ci sono molti sotto età non ci ferma nel voler arrivare in alto. Puntiamo sempre a dare il massimo e nel caso si ricominciasse a giocare proveremo ad arrivare più in alto possibile in classifica. Per quanto concerne il mio obiettivo personale all’inizio della stagione mi ero prefissato di arrivare a quota 10 gol in campionato." Ecco chi è il calciatore professionista che il capitano della Polisportiva Carso prende come esempio: "Mi ispiro a Theo Hernandez, è il mio calciatore preferito in assoluto. Lo prendo come modello da seguire per cercare di fare strada"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE