Cerca

l'intervista

Pro Calcio Tor Sapienza, Giorgetti: "La nostra squadra non vuole mollare"

Il leader gialloverde conferma: "Agli allenamenti siamo sempre tutti, non abbiamo perso stimoli e le presenze non sono calate"

10 Marzo 2021

PC Tor Sapienza Giorgetti

Pro Calcio Tor Sapienza, il capitano dell'Under 17 Giorgetti (Foto ©GazReg)

La passione per il calcio non svanisce mai, anche in un periodo così particolare come questo per i ragazzi dei settori giovanili dilettantistici, senza partite ed allenamenti collettivi. Questo è quello che si evince dalle parole di Flavio Giorgetti, capitano dell'Under 17 della Pro Calcio Tor Sapienza: "Sicuramente la passione non cala perché è tanto tempo che gioco a calcio e l'amore per questo sport resta sempre lo stesso. Non ci sono dubbi che la situazione sia complicata sotto tutti i punti di vista, sia sociale che calcistico. Sicuramente ci mancano le partite e tutte le emozioni che ne derivano, speriamo infatti di poter tornare presto a giocare il nostro calcio. Poterci allenare però è sicuramente una valvola di sfogo molto importante in un periodo così particolare, ci permette di staccare dallo studio praticando quella che è la nostra passione". Un aspetto di fondamentale importanza in questi mesi nuovi per tutti è sicuramente un'aria piacevole all'interno del gruppo e questo sicuramente non manca in Via Felice De Andreis: "Il nostro gruppo è molto serio ed affiatato, ci troviamo davvero benissimo insieme. Il mister poi è stato bravo a tenerci sempre sulle spine in ogni momento, anche durante il primo lockdown insieme con i preparatori atletici ci mandava infatti i programmi di allenamento da seguire per mantenerci in forma. Anche i miei compagni non hanno perso voglia e stimoli, le presenze al campo sono sempre numerose e ci alleniamo tutti nel migliore dei modi". Flavio ci racconta poi quelle che sono le sue emozioni nell'indossare la fascia da capitano del club gialloverde: "Ormai sono cinque anni che gioco qui alla Pro Calcio Tor Sapienza ed avere la fascia è per me un grande privilegio. Questi anni sono stati molto importanti per la mia crescita sia calcistica che personale, mi hanno portato a diventare capitano attraversando diversi step. Il mister mi chiede tanto, innanzitutto personalità e poi di dare l'esempio sotto tutti gli aspetti, sia dentro che fuori dal campo". Passando proprio al campo, il capitano della Pro Calcio Tor Sapienza ci parla del suo ruolo e dei giocatori a cui si ispira di più: "Come ruolo faccio il difensore centrale, sia a quattro che a tre. Come miei punti di forza direi l'aggressività ed il contrasto, mentre come aspetto su cui migliorare dico la velocità. Essendo tifoso della Roma e seguendo quindi con attenzione le partite dei giallorossi, mi rivedo molto in Mancini, difensore aggressivo e di personalità. In maniere più globale mi piace molto Sergio Ramos, secondo me è attualmente il difensore centrale più forte al mondo, mi impressionano tanto la sua leadership e la sua continuità". Per quando riguarda invece la possibile ripartenza: "Penso che per questo campionato una ripresa sia praticamente impossibile, speriamo che in estate si possa tornare a disputare partite o tornei. Sarebbe già un bel passo in avanti perché, come dicevo in precedenza, le emozioni del match ci mancano tanto e non vediamo l'ora di poter di nuovo scendere in campo". Per concludere, Giorgetti si esprime su quelli che sono i suoi obiettivi per il futuro nel calcio: "Il mio obiettivo principale è quello di arrivare fino in fondo con questa società che mi ha dato tantissimo in questi anni. Sarebbe un orgoglio per me vestire la maglia della Prima Squadra gialloverde, oltre che un modo per ripagare tutti della fiducia che hanno sempre riposto in me". 
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE