Cerca

l'intervista

Alba Roma, Di Costanzo si presenta "Bel gruppo, questa società è un modello"

L'ex Castelnuovese è il nuovo allenatore dei 2005 biancoverdi. Soddisfatto del gruppo e dell'approccio del club 

06 Agosto 2021

Enzo Di Costanzo

Enzo Di Costanzo insieme al suo gruppo

Chiusa una porta, si apre un portone. E' una frase ricorrente nel momento in cui si giunge al termine di un viaggio come quello vissuto e se ne inizia un altro. E' quanto accaduto anche a Enzo Di Costanzo. Quel portone è rappresentato dalla nuova opportunità che gli si è presentata, quella di allenare l'Under 17 dell'Alba Roma, che si sta preparando alla nuova stagione con molte ambizioni e piena di entusiasmo. Come il suo: "Sono entusiasta di essere arrivato qui. Conoscevo i due presidenti, la loro passione e quanto stanno facendo per questa società. Vogliono farla crescere il più possibile, provo piacere nel poter apportare il mio contributo alla causa. Ho trovato una struttura organizzativa snella, fluida, che cammina con tanta fantasia e innovazione. Non vedo l'ora di cominciare". Il nuovo tecnico ha già avuto modo di incontrare i suoi ragazzi, con i quali ha ottenuto subito dei risultati che fanno ben sperare per la prossima stagione: "La squadra l'ho conosciuta a giugno. In quei giorni ho comunicato alla vecchia società che avrei voluto intraprendere questa nuova avventura. Abbiamo fatto due tornei, di cui uno l'abbiamo vinto, quindi ormai i ragazzi mi conoscono e io conosco loro. Il gruppo è molto affiatato e già pronto. Arriveranno alcuni elementi in più, ma numericamente ci siamo. Per adesso sono molto soddisfatto della composizione della rosa". Le sue parole certificano come ci sia grande fiducia nell'avvenire all'interno dell'ambiente, nonché una programmazione pianificata nella quale nulla è lasciato al caso: "La società nel suo voler diventare grande, ma soprattutto per l'importanza di far crescere ogni singolo ragazzo dal punto di vista comportamentale, etico, morale ma anche tecnico individuale e collettivo, si vuole dotare di un suo metodo di lavoro, che sarà comune per tutte le squadre. Sarà il “metodo Alba”, sul quale poi ovviamente interverrà il singolo allenatore inserendo la sua mano per il gruppo che guida. Questo si sposa alla perfezione con la mia idea di calcio, che è quella di un gioco propositivo, che porti ad una crescita collettiva. Si deve avere la voglia di primeggiare in campo, di dominare la partita, ma anche poi l'umiltà di saper compiere delle scelte durante il match. Vogliamo lavorare sulla creazione di un giocatore pensante". La preparazione inizierà con il ritiro di Campo Felice dal 29 agosto al 4 settembre: "Sarà un modo per solidificare i rapporti nel gruppo, e tra gli allenatori e i vari componenti dello staff agonistico. Credo che questo sia fondamentale". Da lì partirà un altro viaggio, quello che mister Di Costanzo e la sua squadra compiranno per comprendere se, alla fine del campionato, i più forti saranno stati loro: "Dovremmo fare un campionato provinciale, anche se poi bisogna aspettare perché abbiamo fatto richiesta di ripescaggio, ma comunque siamo pronti per disputare una bella annata. Dobbiamo essere ambiziosi, competitivi ma rimanendo comunque con i piedi per terra e lavorare".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE