Cerca

L'Intervista

Trastevere, Stirpe: "La squadra lavora bene, pensiamo partita dopo partita"

Il tecnico amaranto parla del largo successo casalingo sul Falaschelavinio, del prossimo impegno con il Campus Eur e della classifica attuale 

27 Ottobre 2021

Armando Stirpe, tecnico del Trastevere (Foto ©Trastevere)

Armando Stirpe, tecnico del Trastevere (Foto ©Trastevere)

Nell'ultimo turno per il Trastevere è arrivata una larga vittoria tra le mura amiche ai danni del Falaschelavinio, questo il commento dell'allenatore dei padroni di casa Armando Stirpe: "La squadra sta facendo bene, sia sotto l’aspetto tecnico che tattico, dall'inizio del campionato. In questa partita è difficile trovare degli aspetti negativi perché abbiamo dominato fin dall'inizio, chiudendo di fatto la gara dopo dieci minuti quando eravamo già 2-0. L'abbiamo gestita bene sotto tutti gli aspetti, in particolare quello emotivo e psicologico, visto che veniamo da due settimane estremamente complicate". Il mister dei trasteverini ha poi analizzato così la sfida che li attende la prossima giornata contro il Campus Eur: "Da qui a fine stagione dobbiamo preparare tutte le gare allo stesso modo e giocare sempre al massimo, per provare a raddrizzare la stagione. Per farlo l'imperativo è vincere, portare a casa tante partite e recuperare i punti persi fino ad oggi. Sicuramente la prepareremo al meglio sotto l’aspetto mentale e fisico, sapendo che ci aspetta una partita molto dura, ma consapevoli di poter fare bene su tutti i campi da qui a fine campionato". Il tecnico amaranto ha poi concluso parlando così dell'avvio dei suoi: "Parlare di obiettivi ora non è possibile, dobbiamo ragionare partita dopo partita. Purtroppo, questo inizio non se lo poteva aspettare nessuno, e ci ha fortemente condizionato in maniera negativa. Bisogna sottolineare che questa brutta partenza va ben oltre i nostri demeriti. I miei ragazzi stanno lavorando bene ma, la sconfitta della prima uscita stagione è stata, se possibile, ancora meno accettabile della gara persa a tavolino con il Ciampino. Per come si è svolta la partita e per cosa è successo in campo, compreso un arbitraggio che ha lasciato molto a desiderare, meritavamo tutto meno che la sconfitta. Di perdere in casa della Polisportiva Carso ci può stare, anche se ci portavamo dietro ancora i dispiaceri di una settimana difficile e avevamo deciso di fermare i tre ragazzi oggetto del ricorso, oltre ad aver perso Tolomeo dopo dieci minuti di gioco. Siamo arrivati corti a livello numerico e nel finale ci è mancata l’energia giusta per poter fare nostra una partita che sicuramente, per quello che si è visto in campo, era da pareggio. Il Carso è comunque una grande squadra, bisogna dargli il merito di essere riusciti a segnare nei minuti finali, condannandoci alla sconfitta. Parlare di classifica ora per noi è davvero prematuro e insensato. Abbiamo battuto 7-0 una squadra che sta ancora sopra di noi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE