Cerca

L'Intervista

Atletico 2000, Pietrangeli: "Dedico la vittoria alla mia famiglia ed alla squadra"

Le parole del terzino destro biancorosso classe 2005 vincitore del nostro ultimo sondaggio social per la categoria Under 17

29 Ottobre 2021

Christian Pietrangeli, terzino destro dell'Atletico 2000, vincitore del nostro ultimo sondaggio social (Foto ©De Cesaris)

Christian Pietrangeli, terzino destro dell'Atletico 2000, vincitore del nostro ultimo sondaggio social (Foto ©De Cesaris)

Christian Pietrangeli, terzino destro dell’Atletico 2000 decisivo nel derby della settimana scorsa con il Certosa, ha trionfato nel sondaggio social come miglior giocatore dell’ultimo turno di campionato. Abbiamo ascoltato le sue parole e fatto il punto sul momento di forma e la stagione: "E’ la prima volta che vinco questo riconoscimento e sono molto contento. Dedico la vittoria alla mia famiglia ed alla squadra, è stata una bella emozione segnare quel gol". Quel gol appunto, che ha aperto le danze nel derby dopo appena tre minuti: "Deriva da questo periodo in cui sono in forma e mi sento bene. Sono partito dalla difesa, ho appoggiato al centrocampista e poi all’esterno che mi ha servito dopo l’inserimento. A quel punto ero davanti alla porta e ho segnato". Primo gol in un campionato iniziato con la sconfitta in casa della Lodigiani e proseguito con la conquista di sette punti in tre gare: "Sì, ci siamo ripresi. Abbiamo capito gli errori e stiamo lavorando sodo per migliorare". E gli obiettivi, sia di squadra che personali, sono chiari nella testa di Christian: "Cerchiamo di centrare i playoff per poi vincere il campionato; a livello personale voglio arrivare più in alto possibile". E per questo ha scelto l’Atletico 2000: "E’ il primo anno qui e ho scelto questa realtà per salire di livello, quando ho visto la squadra che stavano costruendo non ho avuto dubbi". Il rapporto con compagni e mister è idilliaco: "C’è un bel rapporto con la squadra, siamo tutti amici, sappiamo quali sono i momenti per scherzare e quelli per lavorare duramente. Con il mister non c’è nulla in conflitto, mi trovo bene e penso che sia un bravo allenatore". Infine, i giocatori a cui si è ispirato e si ispira ora: "Quando ho iniziato da terzino mi ispiravo a Marcelo, ora il modello è un po’ cambiato e cerco di replicare Theo Hernandez". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE