Cerca

L'Intervista

Ostiamare, Ligori: "Sento di avere un bel gruppo tra le mani"

Il tecnico biancoviola parla del successo sul Campus Eur, del gruppo a sua disposizione e di quelli che sono gli obiettivi stagionali

02 Dicembre 2021

Vincenzo Ligori, tecnico dell'Ostiamare (Foto ©De Cesaris)

Vincenzo Ligori, tecnico dell'Ostiamare (Foto ©De Cesaris)

Il tecnico dell’Ostiamare Vincenzo Ligori commenta l’ultimo scontro in campionato e gli obiettivi stagionali del suo team: "Con il Campus Eur abbiamo fatto una partita di livello. Dopo il match ho dovuto fare i complimenti ai miei ragazzi, hanno avuto l’atteggiamento giusto dal primo minuto in un campo notoriamente ostico e contro una squadra dal tasso qualitativo elevato". Il tecnico, visibilmente soddisfatto dalla prestazione dei suoi, ha inoltre evidenziato un fattore che a sua detta ha influenzato molto l’andamento della gara: "Sono stato molto sorpreso dal modo di difendere del Campus; ci lasciavano spesso l’uno contro uno, sicuramente questo ci ha reso la vita più facile". Ora l’Ostiamare di Ligori si trova terza in classifica, in piena zona playoff. Il tecnico biancoviola analizza la sua squadra, soffermandosi sull’aspetto mentale ed analizzando la capacità dei suoi di leggere la partita: "Voglio una squadra che sappia sfruttare l’inerzia del momento. La partita cambia ogni 10 minuti ed è fondamentale saper adeguarsi di conseguenza. La mia è una rosa divertente da allenare, nonostante io conosca relativamente da poco i miei giocatori, sento di avere un bel gruppo tra le mani". Riguardo gli obiettivi stagionali della sua squadra l’allenatore non si è esposto molto, tenendo i piedi per terra e ragionando partita per partita: "È presto per porsi traguardi. Penso che non avremo problemi a salvarci, ma il campionato è ancora lungo e ci sono 6-7 squadre di livello che ambiscono ad arrivare nelle prime posizioni. L’ obiettivo reale non è il play off, il primo, il secondo o il terzo posto ma la crescita dei nostri ragazzi. E’ l’unica cosa che conta alla fine". Al termine dell’intervista poi, il tecnico ha voluto spendere parole al miele per il proprio staff e per i suoi collaboratori, meritevoli di una splendida accoglienza e di aver contribuito a creare un gruppo solido. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE